F1 News

I voti ai team | La Ferrari non ne approfitta, sofferenza per la Mercedes

I voti ai team | La Ferrari non ne approfitta, sofferenza per la Mercedes

3 ottobre - 14:16 Ultimo aggiornamento: 14:54
0 Commenti

GPblog.com

Diverse squadre si sono comportate in modo disomogeneo durante il Gran Premio di Singapore. Se Sergio Perez, ad esempio, è stato il grande vincitore del weekend, Max Verstappen ha deluso. Un equilibrio simile si è visto anche alla Mercedes. Come vengono giudicati i team dopo l'entusiasmante gara?

Red Bull Racing | 7

La Red Bull può essere molto soddisfatta di Perez. Il pilota ha preso il comando alla partenza e non lo ha ceduto a Charles Leclerc, nonostante il duro lavoro del monegasco. D'altro canto, la squadra ha sbagliato con Verstappen il sabato e non è riuscita a recuperare la situazione il giorno dopo. È stato quindi un weekend di apprendimento per gli austriaci.

Ferrari | 8

La Ferrari sperava di capitalizzare il weekend negativo di Verstappen, ma si è dimostrata a malapena in grado di farlo. Con il secondo e il terzo posto di Leclerc e Carlos Sainz rispettivamente, ha conquistato un doppio podio, recuperando solo due punti sul rivale nel campionato costruttori. La Red Bull ha così dimostrato di non aver bisogno di Verstappen davanti per battere la Ferrari.

Mercedes | 4

Per la Mercedes, il weekend è andato in modo ancora più drammatico rispetto a Ferrari e Red Bull. La formazione tedesca era convinta in anticipo di avere la possibilità di vincere a Singapore, ma non ci è riuscita. George Russell ha deciso di sostituire il suo motore dopo una pessima sessione di qualifiche ed è finito fuori dai punti, mentre Lewis Hamilton non è andato oltre la nona posizione. Per questo motivo è meglio che la scuderia tedesca inizi a concentrarsi sul 2023.

McLaren | 9

La McLaren ha ritrovato la fiducia a Singapore per la fase finale della stagione. Con il quarto posto di Lando Norris, hanno beneficiato molto dell'assenza di Verstappen e della Mercedes. Daniel Ricciardo, tuttavia, è stata la sorpresa più grande. L'australiano ha faticato per tutta la stagione con la sua McLaren, ma improvvisamente è riuscito ad arrivare quinto questo weekend. È un risultato con cui la McLaren può andare avanti.

Alpine | 4,5

Il weekend della Alpine è stato turbolento. Ad esempio, Fernando Alonso sembrava essere veloce e in procinto di ottenere un buon risultato per un bel po' di tempo, ma ha dovuto abbandonare prima della fine della gara per problemi al motore. Il fatto che la stessa cosa sia accaduta a Esteban Ocon dovrebbe far riflettere Alpine. La formazione dovrà scoprire nel garage quale fosse il problema, visto che ha buttato via punti costosi a Singapore.

AlphaTauri | 6

Domenica Yuki Tsunoda ha subito il suo quinto ritiro della stagione. Il pilota giapponese non è riuscito a evitare che la sua auto andasse a sbattere contro il muro e ha dovuto abbandonare la gara in anticipo. Il fatto che Pierre Gasly sia riuscito comunque a conquistare un punto non è stato di grande conforto per la AlphaTauri. Di conseguenza, deve guardare con fiducia al prossimo fine settimana, quando Tsunoda disputerà la sua prima gara di casa in Giappone.

Aston Martin | 9

Per Aston Martin il GP di Singapore è stato il miglior weekend dell'intera stagione. La scuderia britannica non solo ha concluso con Sebastian Vettel e Lance Stroll nei punti, ma ha anche visto quest'ultimo pilota vicino alla top five. I 12 punti che l'Aston Martin è riuscita a conquistare alla fine sono molto graditi, in quanto le permettono di superare la Haas F1 nel campionato costruttori.

Alfa Romeo | 6

In qualifica, l'Alfa Romeo ha visto Valtteri Bottas uscire già in Q1, dopodiché Guanyu Zhou non è riuscito ad andare oltre la quindicesima posizione di partenza. Durante la gara, Bottas è riuscito a recuperare molte posizioni, ma un undicesimo posto finale lo ha tenuto fuori dai punti. Il pilota cinese è stato sfortunato perché davanti a lui c'era Nicholas Latifi che lo ha fatto uscire di pista, costringendolo al ritiro nel giro di dieci giri.

Williams | 1,5

Nyck de Vries aveva portato punti alla Williams nel GP d'Italia, ma a Singapore la scuderia non è riuscita a continuare la sua striscia. Le pessime qualifiche con la 19esima e la 20esima posizione di partenza la dicono lunga. Con l'imbarazzante errore di Latifi, il canadese ha fatto capire ancora una volta perché la sua squadra non vuole continuare con lui. Anche Albon è finito contro il muro prima di metà gara, permettendo alla Williams di fare le valigie in anticipo per il prossimo Gran Premio.

Haas F1 | 6

Kevin Magnussen è riuscito a qualificarsi nono sabato, dando alla Haas F1 la speranza di ottenere punti. Tuttavia, nulla è stato più lontano dalla verità, poiché la differenza di potenza con la concorrenza è stata dolorosamente evidente in gara. Magnussen si è piazzato al 12° posto, mentre Mick Schumacher è arrivato subito dopo di lui. Di conseguenza, quest'ultimo pilota ha tenuto dietro esclusivamente Russell.

Lettore video

Altri video