driver

Kevin Magnussen


12

0 PTS


nationality
Denmark
place
Roskilde
date
05-10-1992
debut
2014

Kevin Magnussen

Nel 2022 il danese Kevin Magnussen (alias K-Mag) correrà per la Haas F1, accompagnato da Mick Schumacher. Guidato da Guenther Steiner, il 29enne Magnussen spera in qualcosa di più, dopo la flessione di forma della Haas nel 2019.

Classifica di F1

Pos.NameTeamPoints
1BOTValtteri BottasAlfa Romeo F1 team0
2ZHOGuanyu ZhouAlfa Romeo F1 team0
3DEVNyck de VriesScuderia AlphaTauri0
4TSUYuki TsunodaScuderia AlphaTauri0
5GASPierre GaslyAlpine F1 team0
6OCOEsteban OconAlpine F1 team0
7STRLance StrollAston Martin F1 team0
8ALOFernando AlonsoAston Martin F1 team0
9SAICarlos SainzFerrari0
10LECCharles LeclercFerrari0
11HULNico HulkenbergHaas F10
12MAGKevin MagnussenHaas F10
13NORLando NorrisMcLaren0
14PIAOscar PiastriMcLaren0
15RUSGeorge RussellMercedes AMG F1 team0
16HAMLewis HamiltonMercedes AMG F1 team0
17VERMax VerstappenRed Bull Racing0
18PERSergio PerezRed Bull Racing0
19ALBAlexander AlbonWilliams0
20SARLogan SargeantWilliams0

 

Il nuovo Lewis Hamilton

Fin dai tempi del campionato tedesco di Formula 3, Kevin Magnussen faceva parte del programma junior della McLaren. Solo pochi anni dopo essere riuscito a classificarsi terzo in quella serie, il danese ha avuto la sua prima occasione di mettersi alla prova durante un test per la McLaren ad Abu Dhabi. Il tempo più veloce è il suo e il test è valso a Magnussen anche una superlicenza immediata. Tutte le luci erano sul verde, ma il debutto in Formula 1 era ancora in attesa della stagione 2014.

Con la partenza di Sergio Perez dalla McLaren, dopo la stagione 2013 si liberò un posto accanto a Jenson Button, con Magnussen in cima alla lista dei candidati per sostituire il messicano. Durante il Gran Premio d'Australia, K-Mag impressionò immediatamente arrivando terzo nella sua prima gara in Formula 1, seguendo le orme del padre, che fino a quel momento era stato l'unico danese con punti nei Gran Premi. 

Jan Magnussen ha osservato con orgoglio come suo figlio sembrasse seguire lo stesso percorso di Lewis Hamilton qualche anno prima. Anche la P3 è diventata P2, dopo la squalifica di Daniel Ricciardo per violazione delle regole sul carburante. 

Ruolo di supporto

Nonostante i buoni risultati e gli ottimi piazzamenti a punti, Kevin Magnussen ha avuto solo un ruolo di supporto alla McLaren nel 2015, quando il team britannico ha portato Fernando Alonso. Anche il suo ruolo di collaudatore (e pilota di riserva) è stato di breve durata: dopo un anno, il boss del team Ron Dennis ha annunciato che era libero di andare dove voleva, dato che il suo contratto era stato rescisso.

Un salvagente per mantenere il danese in Formula 1 è stato lanciato a Magnussen dalla Renault nel 2016. Insieme a Jolyon Palmer, è toccato a Magnussen muovere i primi passi con la scuderia francese.

L’arrivo alla Haas F1

Dopo un anno la collaborazione con la Renault si concluse e Magnussen passò alla giovane scuderia americana di Gene Haas: Haas F1. Al volante della vettura K-Mag riuscì a ottenere cinque punti gara per la scuderia americana in quella stagione, con il P7 a Baku come miglior risultato. Solo un anno dopo, Magnussen avrebbe conquistato il titolo di "migliore degli altri" finendo nono in classifica.

Nel 2019, la Haas ha avuto la prima ricaduta dal breve periodo in cui è stata attiva in questo sport. Si è classificata al nono posto nel Campionato Costruttori. Tuttavia, il danese ha nuovamente battuto il suo compagno di squadra ed è quindi il leader indiscusso per il 2020. 

Kevin Magnussen nel 2022

Con i nuovi regolamenti per il 2022, si prospetta un anno di reset. A causa del conflitto in Ucraina, la Haas ha deciso di interrompere i rapporti con il pilota russo Nikita Mazepin e di riportare Magnussen.