driver

Oscar Piastri


9

0 PTS

nationality
Australia
place
Melbourne
date
06-04-2001
debut
NULL

Oscar Piastri

Dopo un’aspra contesa giunta addirittura alle vie legali tra Alpine e McLaren, Oscar Piastri è approdato in Formula 1 con la scuderia di Woking. Con una pressione più alta di quella di tutti gli altri rookie sulle spalle ha subito stupito tutti, conquistando due podi, una vittoria in gara sprint e concludendo al nono posto della classifica piloti. I suoi margini di miglioramento sono enormi e con Lando Norris compone una coppia di talenti che può far sognare la McLaren.

Classifica di F1

Pos.NameTeamPoints
1Max VerstappenRed Bull Racing0
2Sergio PerezRed Bull Racing0
3Lewis HamiltonMercedes AMG F1 team0
4Fernando AlonsoAston Martin F1 team0
5Charles LeclercFerrari0
6Lando NorrisMcLaren0
7Carlos SainzFerrari0
8George RussellMercedes AMG F1 team0
9Oscar PiastriMcLaren0
10Lance StrollAston Martin F1 team0
11Pierre GaslyAlpine F1 team0
12Esteban OconAlpine F1 team0
13Alexander AlbonWilliams0
14Yuki TsunodaVisa Cash App RB0
15Valtteri BottasStake F1 Team0
16Nico HulkenbergHaas F10
17Daniel RicciardoVisa Cash App RB0
18Guanyu ZhouStake F1 Team0
19Kevin MagnussenHaas F10
20Liam LawsonVisa Cash App RB0
21Logan SargeantWilliams0
22Nyck de VriesVisa Cash App RB0

Il GP d'Australia alimenta il sogno della F1

Piastri è nato a Melbourne, a due passi dal Gran Premio d'Australia. Il suo sogno di correre un giorno in Formula 1 è stato alimentato dalle corse delle star di questo sport nelle "sue" strade, note anche come Albert Park. Tuttavia, ci sono  voluti impegno e sacrifici enormi per realizzare quel sogno.

A velocità altissima nelle classi di Formula

Sfruttando  i suoi successi nel karting australiano come trampolino di lancio, Piastri si è trasferito in Europa all'età di 14 anni, per poi passare alla Formula 4 negli Emirati Arabi Uniti dopo un anno. Nel 2017 ha partecipato al campionato britannico di F4, che ha concluso al secondo posto. Ha poi partecipato per due anni alla Formula Renault Eurocup, di cui è diventato campione nel 2019.

Nel 2020, Piastri ha debuttato in Formula 3, dove ha lasciato una profonda impressione vincendo subito la prima gara della stagione e conquistando il campionato. Viene anche ammesso al programma junior di Alpine (allora Renault Sport Academy). La stagione successiva passa alla Formula 2, dove diventa campione in maniera schiacciante al suo primo anno.

Il passo successivo era la Formula 1, ma non c'era alcun posto disponibile nel 2021 per il talento australiano. Si è parlato di un accordo in base al quale Piastri sarebbe stato prestato alla Williams per uno o due anni, per poi essere messo sotto contratto dalla Alpine dopo l'eventuale partenza di Fernando Alonso.

La lotta Alpine-McLaren e il super debutto

Prima ancora che Piastri potesse fare il suo debutto nella categoria, è stato coinvolto in una battaglia legale. Alpine aveva pianificato di mantenere Fernando Alonso per un altro anno e di bloccare Piastri altrove nel frattempo, ma non tutti erano d'accordo. Alonso ha voltato le spalle ad Alpine in cambio di un contratto pluriennale con Aston Martin.

In seguito, Piastri è stato subito annunciato come pilota permanente dell'Alpine, ma il pilota ha smentito l'accordo e presto è emerso che aveva firmato un contratto con la McLaren. Ciò avrebbe richiesto l’annullamento del contratto di Daniel Ricciardo, ma il team era felice di farlo. Alpine ha contestato il passaggio, ma non ha ricevuto alcuna risposta dalla Commissione per il riconoscimento dei contratti della FIA.

Con il senno di poi, per la McLaren tutto questo caos mediatico e legale è valso la pena. Il giovane australiano è partito piano, come il suo compagno Norris, ma da quando sono arrivati gli aggiornamenti alla sua auto si è imposto come uno dei migliori rookie della F1 recente, andando a podio in Giappone e Qatar e conquistando sempre a Losail una storica vittoria nella gara sprint del sabato. I punti totali sono stati 97, molti meno del suo compagno di squadra, ma molti di più di quanto ci si potesse aspettare.

Oscar Piastri nel 2024

Per ora Oscar Piastri è una scommessa vinta per la McLaren. Il team di Woking lo ha confermato, come anche il suo compagno Lando Norris, a cui l’australiano spera di avvicinarsi di più in quanto a punti e prestazioni. La McLaren è indicata da molti come la principale sfidante della Red Bull per il titolo e questo non può che fare bene alla crescita di Piastri. Il 2024 potrebbe essere l’anno della sua prima vittoria in Formula 1, se Verstappen decidesse di non vincerle tutte.