tag-background-image

driver

Nicholas Latifi


0

0 PTS

nationality
Canada
place
Montreal
date
29-06-1995
debut
2020

Nicholas Latifi

Nicholas Latifi inizierà il suo terzo anno in Formula 1 nel 2022. Nel 2020, Latifi è stato battuto comodamente dal compagno di squadra George Russell, ma nel 2021 è riuscito a colmare il divario. Nel suo terzo anno con la Williams, il canadese vorrà dimostrare una volta per tutte che non sta guidando la classe regina del motorsport solo grazie al suo ricco padre.

Classifica di F1

Pos.NameTeamPoints
1Max VerstappenRed Bull Racing161
2Charles LeclercFerrari113
3Sergio PerezRed Bull Racing107
4Lando NorrisMcLaren101
5Carlos SainzFerrari93
6Oscar PiastriMcLaren53
7George RussellMercedes AMG F1 team44
8Lewis HamiltonMercedes AMG F1 team35
9Fernando AlonsoAston Martin F1 team33
10Yuki TsunodaVisa Cash App RB15
11Lance StrollAston Martin F1 team11
12Oliver BearmanHaas F16
13Nico HulkenbergHaas F16
14Daniel RicciardoVisa Cash App RB5
15Esteban OconAlpine F1 team1
16Kevin MagnussenHaas F11
17Alexander AlbonWilliams0
18Guanyu ZhouStake F1 Team0
19Pierre GaslyAlpine F1 team0
20Valtteri BottasStake F1 Team0
21Logan SargeantWilliams0

 

Un altro padre canadese in Formula 1

Oltre a Lance e Lawrence Stroll, la Formula 1 ha un secondo pilota canadese nel 2022 con un padre molto ricco. Michael Latifi è un uomo d'affari canadese che ha guadagnato con la sua azienda Sofina Foods e con investimenti in Lilydale e Santa Maria Group, tra gli altri.

Latifi padre ha investito molto denaro nella carriera del figlio, ma ha anche fatto scalpore nel 2018 con il suo investimento nel gruppo McLaren. Con ben 200 milioni di sterline, Michael e la sua società di investimenti Nidala hanno acquisito il 10% delle azioni della McLaren, facendo impazzire le voci di corridoio. Tuttavia, l'investimento sembra non essere legato al figlio, perché Nicholas non ha mai fatto un test per la McLaren e non otterrà un posto in gara.

A secco di vittorie

Che Latifi debba la sua carriera al padre sembra un'affermazione da invidiosi, ma come Lance Stroll, il suo connazionale non ha quasi mai vinto in altre classi. Latifi non si è distinto nel karting e, quando è passato alla Formula 1 nel 2012, nemmeno i talent scout lo hanno notato.

Il pilota canadese ha ottenuto una vittoria nella Formula 3 italiana nel 2012, per poi rimanere a secco fino al 2017. Solo allora il canadese è riuscito a ottenere un'altra vittoria nella Formula 2. 

Nel frattempo, Latifi è stato acquisito come collaudatore in Formula 1 dal 2016. Per i primi due anni ha lavorato con la Renault per poi passare alla Force India nel 2018. Nel 2019, Latifi ha ottenuto lo stesso ruolo alla Williams, per poi ottenere finalmente un sedile da gara nel 2020.

Latifi non ha lasciato il segno, perché anche nella sua sesta stagione in Formula 2 (tre anni di Formula 2 e tre di GP2) non è riuscito a diventare un campione. Nyck de Vries era troppo veloce per lui, ma Latifi ha conquistato quattro vittorie, ottenendo più punti in una stagione che nel resto della sua carriera.

Il debutto alla Williams

Nel 2020, Latifi si è unito alla Williams, che all'epoca aveva una grave carenza di denaro e di esperienza. Nel 2018 e nel 2019, la storica scuderia ha subito un duro colpo e un pilota come Latifi poteva aiutare il team a tornare in alto.

Nella sua prima stagione, il canadese è stato battuto da Russell, ma nel 2021 ha registrato una crescita visibile. Latifi era ancora molto lontano dal suo compagno di squadra durante la maggior parte dei weekend di gara, ma è riuscito a raggiungerlo verso la fine della stagione.

Nicholas Latifi nel 2022

Con i cambiamenti radicali delle regole del 2022 che incombono, anche Latifi partirà più o meno da zero. Il canadese vorrà sfruttare l'opportunità di mettere a tacere i critici e dimostrare di essere più di una semplice risorsa finanziaria per la Williams.