Breaking News

Verstappen vince il Gran Premio di Monaco 2023 in condizioni di bagnato

Verstappen resiste alla pioggia e vince il Gran Premio di Monaco

28 maggio A 16:52
Ultimo aggiornamento 28 maggio A 16:52

    Max Verstappen ha vinto il Gran Premio di Monaco 2023 e ora ha vinto più Gran Premi con la Red Bull di quanti ne abbia vinti Sebastian Vettel. Il superbo settore finale dell'olandese nelle qualifiche gli ha permesso di ottenere la pole position, ma il suo stint prolungato con la gomma media è stato quasi altrettanto impressionante, permettendogli di conquistare una comoda vittoria.

    La pioggia ha creato condizioni assolutamente insidiose per l'ultimo terzo della gara, facendo venire il mal di testa a piloti e strateghi. Nonostante abbia provato nuove gomme slick sul bagnato, Fernando Alonso ha mantenuto il secondo posto, mentre Esteban Ocon ha convertito il suo brillante giro di qualifica in una terza posizione. Questo arriva dopo alcuni duri commenti dell'amministratore delegato della Alpine sulle prestazioni della sua squadra negli ultimi tempi.

    La prima parte del Gran Premio è stata tranquilla, anche per gli standard di Monaco. Ci sono stati alcuni contatti tra i piloti, tra cui Lance Stroll e Sergio Perez. Ma la minaccia e poi l'arrivo della pioggia hanno rivitalizzato il Gran Premio. Verstappen è partito con le gomme medie e ha finito per usarle per più di 50 giri nonostante il grave graining.

    L'inseguimento di Perez si è rivelato troppo impegnativo. Grazie ai vari pitstop, il messicano non è riuscito a raccogliere punti e quindi perde pesantemente nella classifica del Campionato del Mondo. Verstappen ha aggiunto 25 punti al suo totale e ora cerca di prendere il controllo della lotta per il titolo.

    Esteban Ocon ha sorpreso in qualifica. Ha superato tutte le sfide che gli sono state lanciate in gara, compreso il contatto con Carlos Sainz, mantenendo la terza posizione. La Mercedes ha avuto la meglio sulle Ferrari e ha ottenuto un buon piazzamento a punti, nonostante la penalità inflitta a Russell. Lewis Hamilton ha concluso in quarta posizione. Leclerc ha concluso in sesta posizione, mentre Sainz è arrivato ottavo. La McLaren ha completato i piazzamenti a punti.

    Il Gran Premio di Monaco

    Il vincitore della gara dello scorso anno, Perez, è partito dall'ultima fila a causa di un incidente nel Q1. Il suo compagno di squadra è partito dalla pole position, insieme ad Alonso. Esteban Ocon ha sorpreso tutti con un'ottima qualifica che ha portato la sua Alpine in seconda fila. Charles Leclerc ha subito una penalità di tre posizioni in griglia ed è partito in sesta posizione. La Red Bull ha scelto le gomme medie, mentre Aston Martin e Ferrari montavano le hard. Anche Ocon ha scelto le medie.

    Alonso non ha potuto sfidare Verstappen al via a causa della differenza di gomme e della forte partenza dell'olandese. Per il pilota spagnolo si trattava di difendere su Ocon. Perez ha scavalcato i piloti che si sono scontrati nel giro di apertura e ha effettuato il pit stop per montare le gomme dure. Probabilmente era previsto che lo accompagnasse fino alla fine della gara, ma il messicano ha subito un danno all'ala anteriore ed è dovuto rientrare ai box per la seconda volta. Dopo cinque giri, Verstappen aveva un vantaggio di 1,7 secondi su Alonso. Ocon è arretrato di altri quattro secondi, creando un cuscinetto.

    Il distacco di Ocon è aumentato ulteriormente e Sainz dietro ha iniziato a sentirsi frustrato. Ha tentato un affondo alla chicane e ha colpito leggermente Ocon. Il pilota della Ferrari ha subito la rottura dell'ala anteriore, ma è rimasto in pista. Al 29° giro Verstappen si è ritrovato nel traffico mentre la minaccia di degrado degli pneumatici e di pioggia aumentava. La minaccia di pioggia ha prolungato gli stint perché nessuno voleva perdere la posizione in pista e farsi sorprendere. In questa fase della gara, il vantaggio di Alonso sulla longevità degli pneumatici ha iniziato a farsi sentire, mentre il distacco da Verstappen si riduceva. Dopo aver eliminato il traffico, Verstappen ha iniziato a recuperare il distacco.

    Ma la minaccia della pioggia non ha distratto Hamilton e la Mercedes, che sono stati i primi a premere il grilletto e a tentare l'undercut. Il britannico è rientrato in ottava posizione. Ocon ha effettuato un pit stop leggermente lento un giro dopo ed è uscito in settima posizione. Sainz non è riuscito a superare il francese quando ha effettuato il pit stop.

    Un accenno di pioggia è iniziato intorno al 50° giro e si è intensificato nel secondo settore. I vecchi pneumatici slick hanno messo in difficoltà i piloti nel tenere sotto controllo le loro auto. Lance Stroll e Valtteri Bottas hanno tentato la sorte e hanno montato presto le gomme intermedie, ma i leader hanno deciso che la pioggia era ancora troppo isolata per le intermedie. Tanto che Alonso ha effettuato il pit stop per montare gomme medie da asciutto al 55° giro. La pioggia si è estesa e Verstappen ha chiesto le intermedie dopo un contatto con le barriere. L'avventura di Alonso non è durata a lungo ed è rientrato per le intermedie senza perdere la posizione.