F1 News

Piastri: Sarà più aperta di Silverstone.

Piastri: "Sarà più aperta di Silverstone".

23-09-2023 10:38 Ultimo aggiornamento: 11:07

Simone Tommasi

Oscar Piastri partirà dalla P2 a Suzuka, dopo che l'australiano ha battuto il suo compagno di squadra Lando Norris e tutti gli altri tranne Max Verstappen. Di conseguenza, Piastri partirà accanto all'olandese domenica. Non è rimasto completamente soddisfatto del suo giro finale in Q3 e non vede l'ora di sfidare Verstappen durante la gara in Giappone.

Durante la conferenza stampa dopo le qualifiche, Piastri ha dichiarato che avrebbe potuto migliorare il suo giro, ma che non è stato sufficiente per raggiungere Max Verstappen, autore della pole. "Credo di aver guadagnato circa due decimi dopo il primo settore, ma non ne avrei trovati sei. Alla fine non ha fatto molta differenza, ma ovviamente quando sei in vantaggio sul giro precedente, vuoi continuare così e sono un po' frustrato per non essere riuscito a migliorare nel secondo giro, ma alla fine non ha avuto importanza".

D'altra parte, l'australiano pensa che insieme a Lando Norris abbiano la possibilità di battere il pilota della Red Bull domenica. "Ci proveremo. Voglio dire, abbiamo fatto del nostro meglio a Silverstone, quindi cercheremo di fare la stessa cosa, ma ovviamente sarà difficile. Credo che anche domani sarà una gara molto difficile, molto diversa da quella di Silverstone. Potrebbe essere molto più aperta, credo", ha concluso il pilota della McLaren parlando delle possibilità della sua squadra per la gara.

Gli aggiornamenti vanno nella giusta direzione

Piastri ha anche spiegato perché la sua auto è stata in grado di fornire buone prestazioni, ma capisce ancora dove la McLaren può migliorare. "Credo che i punti di forza siano sempre gli stessi: le curve veloci, le curve ad alta velocità, dove possiamo davvero sfruttare l'aderenza. Facciamo ancora fatica negli stessi punti".

Ha poi proseguito: "Gli aggiornamenti vanno ovviamente nella direzione giusta, hanno reso l'auto più veloce, ma evidentemente abbiamo bisogno di altri passi avanti per essere i più veloci. Onestamente non mi sembra molto diverso da Singapore. Credo che anche il circuito sia così diverso che è difficile da dire, ma chiaramente non è male".