F1 News

Analisi | La caratteristica che può far vincere ad Alonso il terzo titolo mondiale

Analisi | La caratteristica che può far vincere ad Alonso il terzo titolo mondiale

21-08-2023 19:30 Ultimo aggiornamento: 21:25

Ludo van Denderen

La saggezza arriva con l'età, si dice. Vale anche per Fernando Alonso. L'ormai 42enne spagnolo è ben lontano dal pilota che era tempo fa. Ora è molto maturato, sia come pilota che come essere umano. Questo probabilmente gli dà le migliori possibilità di vincere ancora il terzo titolo mondiale di Formula 1.

Max Verstappen l'ha detto tante volte: dopo il primo titolo mondiale, tutto il resto è un bonus. L'olandese ha raggiunto il suo obiettivo finale nel motorsport. Nessuno glielo toglierà. Questo gli ha indubbiamente dato una certa tranquillità. Tutti gli investimenti e i sacrifici della sua famiglia e dei suoi amici sono stati in un certo senso "ripagati". Il bisogno reale è scomparso.

Russell e Leclerc hanno una "necessità"

Altri piloti della griglia si trovano in una situazione diversa, soprattutto perché vengono visti come "potenziali campioni del mondo". George Russell o Charles Leclerc, ad esempio, si dice da anni che abbiano le qualità per conquistare il titolo di Formula 1. In realtà, non si sono mai avvicinati seriamente al campionato, compreso Leclerc nel 2022. Non hanno ancora vinto. Questi piloti, e ce ne sarebbero altri da citare, si rendono sicuramente conto che ormai un certo Max Verstappen è di gran lunga superiore agli altri. Questo rende la conquista del campionato ancora più complicata per loro e il tempo stringe. È quasi certo che un giorno si ritroveranno con il trofeo più importante del motorsport tra le mani.

Guardando Lewis Hamilton sorge anche il sospetto che stia (ancora) mettendo pressione su se stesso. Il britannico desidera così tanto il record di otto titoli mondiali da sembrare incapace di godersi la vita che gli è concessa. Essere un pilota di Formula 1 è un privilegio assoluto ed essere autorizzati a partecipare a questo circo è - se lo si considera fino in fondo - un gioco. La pressione (autoimposta) ha spesso un effetto paralizzante. Può renderti insicuro, irrequieto e, soprattutto, impedirti di dare il meglio di te.

Alonso rilassato come Verstappen

Non c'è bisogno di essere uno psicologo per capire che Fernando Alonso si trova in uno stato simile a quello di Verstappen. Anche lo spagnolo non sente più l'esigenza di dover dimostrare il proprio valore agli altri. Al contrario, Alonso è calmo, scherza e sembra estremamente rilassato. Naturalmente, il successo ottenuto con la Aston Martin in questa stagione è un fattore importante. Ma il fatto che le ultime gare prima della pausa estiva siano state tutt'altro che facili non ha fatto sì che lo spagnolo diventasse improvvisamente stressato.

Durante un'intervista per il podcast High Performance di questa settimana, Alonso ha parlato della sua attuale mentalità. "Mi piacerebbe vincere il campionato ancora una volta, ma non è la priorità assoluta. Mi sto godendo il processo, soprattutto ora con la Aston Martin, per diventare un concorrente per il futuro. Mi piace il tempo trascorso con la squadra e il fatto che stiamo tutti crescendo in molti settori diversi", ha dichiarato il due volte campione del mondo.

In altre parole, come per Max Verstappen: quello che arriva, arriva. Se non arriva, non c'è da preoccuparsi. Alonso rimane calmo in tutti gli scenari. Questa sembra la mentalità perfetta in un mondo frenetico come quello della Formula 1. Mantenere la calma, sia nei pro che nei contro, è la base perfetta per il successo e potrebbe portare alla fine a un terzo campionato per lo spagnolo.