F1 News

De Vries e Sargeant non sono i soli candidati a succedere a Latifi

De Vries e Sargeant non sono i soli candidati a succedere a Latifi

23 settembre - 10:09 Ultimo aggiornamento: 12:22
0 Commenti

GPblog.com

La Williams ha salutato Nicholas Latifi e ora ci si chiede chi sarà il suo successore. La scelta è tra Nyck de Vries e Logan Sargeant, oppure ci sono altri pretendenti?

Latifi se ne va

La partenza di Latifi non è una sorpresa. Sin dal suo debutto in F1, il suo posto è stato sempre in discussione. Come "pilota pagante", non è mai riuscito a convincere in pista e ora che la Williams è di proprietà della Dorilton Capital, anche i soldi del padre sono meno necessari. La decisione di separarsi da lui non è quindi sorprendente, visti i suoi risultati.

Due nomi sono solitamente associati al suo posto. Nyck de Vries è il primo candidato. L'olandese era già in lista per sostituire George Russell lo scorso anno, ma poi Alexander Albon è stato proposto dalla Red Bull all'ultimo minuto. La Williams ha cambiato quindi rotta e ha deciso di ingaggiare il tailandese.

Tuttavia, con la partenza di Latifi, De Vries torna in gioco. L'olandese ha impressionato nelle sue sessioni di prove libere per la Williams, la Mercedes e l'Aston Martin, ma è stato ancora più impressionante il suo debutto in F1 come sostituto di Albon a Monza. In quell'occasione ha battuto Latifi in qualifica e in gara e ha ottenuto subito due punti per la squadra.

Altre opzioni per De Vries

Sembra quindi logico che De Vries prenda il posto di Latifi, ma la sua prestazione al top a Monza non è passata inosservata ai team che dispongono di un'auto migliore. La AlphaTauri sembra essere la favorita per aggiudicarsi De Vries. L'olandese ha precedentemente ammesso di aver parlato con Helmut Marko e in questo modo De Vries sarebbe il sostituto di Pierre Gasly nel team gemello della Red Bull. Con ogni probabilità, il francese partirà per la Alpine.

Sebbene si parli anche di De Vries all'Alpine, tutto lascia pensare che Gasly guiderà per la scuderia francese e De Vries per la AlphaTauri nel 2023. Ciò significa che la Williams dovrà tornare alla ricerca. Sargeant sembra l'alternativa più logica. L'americano fa parte della Williams Academy e il suo attuale terzo posto nel campionato di F2 gli permetterebbe di ottenere una superlicenza.

L'americano in F1

Se la Williams sceglierà Sargeant, dovrà aspettare ancora un po' prima che il pilota 21enne ottenga ufficialmente la superlicenza. Per farlo, ha bisogno almeno di un piazzamento tra i primi cinque e questo non è ancora sicuro. Con il solo weekend del Gran Premio di Abu Dhabi ancora in programma, c'è ancora un massimo di 39 punti da guadagnare e quindi anche il numero 11 in classifica, Dennis Hauger, potrebbe in teoria ancora superare l'americano.

La Williams, scegliendo Sargeant, potrebbe annunciare la nuova formazione per il 2023 solo dopo l'ultimo Gran Premio. Sargeant ha impressionato quest'anno con due vittorie nelle gare principali in Austria e Inghilterra, ma non è più salito sul podio. Quindi ci sono dubbi anche su di lui.

Questi dubbi potrebbero anche invogliare la Williams a prendere un altro pilota. In effetti, la squadra ha visto che piloti esperti e dalle prestazioni costanti possono garantire i punti. Nico Hulkenberg, Daniel Ricciardo e Antonio Giovinazzi sono opzioni più sicure di Sargeant da questo punto di vista. Tuttavia, questi tre piloti sono anche sulla lista della Haas e, nel caso di Ricciardo, la questione è se voglia unirsi a una squadra nelle retrovie.

Non si tratta quindi di una scelta semplice tra Sargeant e De Vries. La Williams sembra ora orientarsi verso Sargeant, ma il necessario tempo di riflessione potrebbe anche significare che non ci sarà un primo pilota americano in F1 dopo Alexander Rossi nel 2015. In effetti, ci sono nomi più interessanti sul mercato.

Lettore video

Altri video