La stagione di Verstappen assomiglia molto a quella di Schumacher e di Vettel

Red Bull Contentpool

F1 News

20 settembre A 10:33
Ultimo aggiornamento 20 settembre A 10:51
  • GPblog.com

Max Verstappen potrebbe battere il record di vittorie in una singola stagione nel 2022. L'olandese ha già vinto 11 gare, ma il record è detenuto da Michael Schumacher e Sebastian Vettel con 13 vittorie. GPblog confronta le stagioni dei detentori del record.

Con 11 vittorie su 16 gare, Verstappen si trova in terza posizione. Sebastian Vettel nel 2011 ha vinto tante gare quante ne ha vinte l'olandese finora, Schumacher lo ha fatto una volta nel 2002 e Lewis Hamilton è riuscito a vincere 11 volte in una stagione ben quattro volte (2014, 2018, 2019 e 2020). Vettel e Schumacher, invece, si aggiudicano la corona con una sola stagione di vertice.

Schumacher e l'imbattibile Ferrari

Nel 2004, infatti, Schumacher ha battuto il suo stesso record del 2002 vincendo 13 volte in una sola stagione. Il 2003 era stata un'altra stagione particolarmente emozionante con una corsa al titolo fino all'ultimo Gran Premio. Quell'anno Kimi Raikkonen era a due punti dal battere Schumacher con la McLaren, ma le modifiche alle regole nel 2004 misero fine a tutta questa tensione. Il cambio automatico vietato e il "launch control" aiutarono la Ferrari a salire in sella. La McLaren e Raikkonen vinsero solo una gara nel 2004.

Altre due gare sono andate a Williams e Renault, ma tutte le altre 15 gare sono state vinte dalla Ferrari. La F2004 era imbattibile e lo era anche Schumacher all'interno della sua squadra. Rubens Barrichello vinse il 15° e il 16° Gran Premio di quella stagione, rispettivamente in Italia e in Cina. A quel punto, il campionato era stato deciso da tempo. Infatti, Schumacher aveva vinto 12 delle prime 13 gare e avrebbe vinto anche il penultimo GP in Giappone. Schumacher terminò con 34 punti di vantaggio sul brasiliano con 148 punti e tredici vittorie.

Verstappen può superare il record di Schumacher di tredici vittorie in una stagione, ma la sua percentuale di vittorie sarà un compito più difficile. Infatti, con tredici vittorie in una stagione di 18 gare, Schumacher ha ottenuto un punteggio del 72,2%. Verstappen potrà superare questa percentuale solo se vincerà 16 gare nel 2022, per cui avrà bisogno di altre cinque vittorie nelle ultime sei gare.

La stagione di Schumacher e Verstappen è simile per quanto riguarda il cambiamento delle regole prima della stagione. Come nel 2004, anche il 2022 ha aiutato la Red Bull a distanziarsi maggiormente dalla Mercedes. Verstappen, come Schumacher, ne trae vantaggio all'interno di una squadra di cui è il chiaro leader.

Vettel chiude in bellezza nel 2013

Anche la stagione record di Vettel nel 2013 presenta molte analogie. In questo caso non c'erano grandi cambiamenti di regole prima della stagione (ci sarebbero stati nel 2014 con tutte le conseguenze per Red Bull e Vettel), ma la stagione stessa di Vettel è stata più simile a quella di Verstappen. Infatti, mentre Schumacher è uscito dai blocchi di partenza e sembrava in grado conquistato il titolo mondiale entro l'estate, Vettel, come Verstappen, ha avuto alcuni problemi di avviamento nel 2013.

Come Verstappen, Vettel aveva iniziato la stagione in modo molto costante, ma nelle prime 10 gare ha ottenuto solo quattro vittorie. Il tedesco era in testa al campionato mondiale, ma anche Kimi Raikkonen e Fernando Alonso sembravano avere serie possibilità. Tuttavia, Vettel ha rapidamente messo fine a tutto questo dopo l'estate.

Infatti, dalla prima gara dopo l'estate in Belgio all'ultima gara della stagione in Brasile, Vettel ha vinto tutte le gare. Questo gli ha permesso di ottenere il record di nove vittorie di fila che anche Verstappen sta inseguendo nel 2022. Infatti, come Vettel, l'olandese è uscito bene dalla pausa estiva vincendo le prime tre gare e ha vinto anche le ultime due gare prima della pausa estiva.

Ciò che caratterizza tutte e tre le stagioni è il fatto che i piloti entrano in un certo flusso. Gli altri piloti continuano a competere, ma la domenica è sempre lo stesso pilota ad avere la meglio. In effetti, il pilota e l'auto sono un tutt'uno e difficilmente possono essere battuti. La strada per Verstappen è ancora lunga, ma due vittorie nelle ultime sei gare sembrano una progressione logica piuttosto che un compito particolarmente difficile al momento. Solo la percentuale di vittorie di Schumacher sarà molto difficile da raggiungere, poiché Verstappen dovrebbe vincere cinque delle ultime sei gare.