F1 News

Andretti non si arrende e costruirà una nuova sede per la Formula 1

Andretti fa un nuovo passo verso la F1: ecco come vuole convincere la FOM

14 marzo A 08:01

    Michael Andretti ha subito una prima sconfitta a inizio anno dopo che la Formula One Management (FOM) ha deciso di non concedere alla sua squadra l'accesso in Formula Uno. O meglio, non ancora. La FOM ha informato l'ambizioso americano di riprovarci per la stagione 2028. Quell'anno, non a caso, General Motors (con il marchio Cadillac) vuole entrare in Formula 1 come fornitore di motori, con Andretti come partner.

    Il 2028 è ancora lontano, ma Andretti è tutt'altro che inattivo. L'ex pilota della McLaren F1 sta costruendo una nuova sede, che sarà inaugurata a metà del 2025. Inoltre, considerando che prima o poi anche il team di Formula 1 sarà ospitato qui, i piani originali dell'edificio sono stati modificati. Il campus di 90 acri sarà situato a Fishers, nell'Indiana. Il nuovo edificio non è molto distante dall'attuale sede, dove Andretti lavora alle vetture IMSA e IndyCar del team.

    Andretti sta già lavorando alla vettura di F1

    "Da quando è stato aperto il cantiere, ci siamo presi del tempo per valutare e approfondire ogni aspetto del progetto", rivela Andretti. "Il nostro obiettivo rimane quello di creare un luogo di lavoro e una cultura sani per i dipendenti e un campus che possa essere una destinazione per la comunità, concentrandoci al contempo sul miglioramento delle prestazioni e delle capacità di competizione per i nostri team di gara. I progetti e gli orientamenti aggiornati realizzano tutti questi obiettivi e sono molto orgoglioso di ciò che stiamo costruendo".

    Nonostante il rifiuto iniziale della FOM, Andretti sta attualmente lavorando alla propria auto di F1. Questo lavoro si svolge ancora principalmente a Colonia, dove il team utilizza le strutture di Toyota. La galleria del vento del team giapponese è stata utilizzata anche dalla McLaren fino a poco tempo fa, ma da allora il team britannico di F1 ha aperto una propria galleria del vento a Woking.