F1 News

Andretti avverte i team di F1

Andretti ha parlato con Domenicali: "Era molto contento quando abbiamo fatto quel nome".

10 gennaio A 20:44
Ultimo aggiornamento 10 gennaio A 21:52
  • GPblog.com

Michael Andretti ha gli occhi puntati sulla Formula 1 e non si lascerà abbattere facilmente dall'opposizione degli altri team. Una volta che avrà una squadra sulla griglia di partenza, il piano è quello di competere per il titolo mondiale entro sei stagioni.

Ad Andretti non piace l'atteggiamento degli attuali team di F1 e dice di sentirsi supportato solo da McLaren, Alpine e dal presidente della FIA Mohammed Ben Sulayem. "Zak vuole fare tutto il possibile per aiutarci a raggiungere l'obiettivo e lo stesso vale per Alpine. Zak Brown e Alpine sono due ottimi alleati", ha dichiarato l'americano a Forbes.

Andretti rimane ottimista sulla partecipazione alla F1

Il proprietario di Andretti Autosport afferma di soddisfare tutti i requisiti, ma l'unica cosa che mancava fino a poco tempo fa era il supporto di un produttore OEM. Il potenziale nuovo team di F1 lo ha ora sotto forma di General Motors e Cadillac. "Daranno un grande contributo per aiutarci a mettere in pista un'auto. Siamo molto ottimisti in questo momento", ha continuato Andretti.

Allo stesso tempo, si rende conto che la strada da percorrere è ancora lunga, ma è disposto a seguire tutte le procedure necessarie. Tuttavia, l'ostacolo maggiore sembra essere rappresentato dagli altri team, che non vogliono un nuovo costruttore. La FOM e la FIA sembrano porsi in modo diametralmente opposte a questo proposito, anche se Stefano Domenicali ha risposto positivamente alla collaborazione con Cadillac, secondo Andretti.

Andretti avverte: "Stiamo entrando in gioco, in modo serio".

"Stefano è stato molto contento quando abbiamo tirato fuori il nome Cadillac", ha continuato l'ex pilota della McLaren. Andretti ritiene che l'aggiunta di nomi come Cadillac e General Motors sarà un buon sviluppo per la F1, in quanto lo sport sta registrando una forte crescita di popolarità negli Stati Uniti.

Nonostante l'opposizione, Andretti rimane determinato a portare una squadra sulla griglia di partenza della F1. "Stiamo arrivando, in modo serio", avverte. "Ci vorrà molto tempo per arrivarci, ma alla fine vogliamo essere uno dei migliori team di Formula Uno. Il nostro obiettivo finale è quello di competere per il Campionato del Mondo tra cinque o sei anni".