F1 News

Latifi non vuole tornare come pilota di riserva

8 novembre A 18:07
Ultimo aggiornamento 8 novembre A 19:24
  • GPblog.com

Nicholas Latifi non prevede un ritorno immediato in Formula 1, nemmeno come pilota di riserva. Nel podcast Beyond the Grid, respinge ampiamente questa possibilità.

Dopo tre anni poco brillanti, Latifi lascerà la Formula 1 alla fine di questa stagione. Il canadese sarà sostituito da Logan Sargeant. Rassegnato al suo destino, Latifi riconosce che questo è il modo in cui funziona il motorsport: alla fine della giornata, ci sono solo 20 posti disponibili e se non fai colpo, te ne vai.

È molto improbabile vedere Latifi come pilota di riserva

Naturalmente, ci sono modi per rimanere coinvolti nello sport, ad esempio accettando un posto come pilota di riserva. Nico Hulkenberg, Antonio Giovinazzi e Stoffel Vandoorne sono rimasti legati alla Formula 1 in questo modo e Daniel Ricciardo sembra ora perseguire questa strada per tornare nel 2024. Anche l'attuale compagno di squadra di Latifi, Alexander Albon, è riuscito a tornare in pista quest'anno in questo modo. Tuttavia, il canadese non crede di poterlo fare.

"Ovviamente Alex ha dimostrato che è possibile, ma lui era in una situazione completamente diversa alla Red Bull rispetto a quella in cui mi trovo io ora", afferma Latifi. "Non mi vedo a fare il pilota di riserva per un periodo prolungato, senza che questo mi permetta di riconquistare un posto in Formula Uno. Ma se non dovessi trovare qualcosa di adatto a me per il prossimo anno, terrò aperte tutte le mie opzioni".

Non si sa ancora cosa farà l'anno prossimo, ma Latifi ha chiarito che cercherà altre classi di gara. IndyCar e Formula E sembrano essere le candidate più logiche.