Red Bull Contentpool

F1 News

Alla Mercedes e a Hamilton restano solo due scarse possibilità di vittoria nel 2022

Alla Mercedes e a Hamilton restano solo due scarse possibilità di vittoria nel 2022

26-09-2022 09:07 Ultimo aggiornamento: 11:04
0 Commenti

GPblog.com

A sei gare dalla fine, alla Mercedes rimane poco tempo per far segnare la prima vittoria. La squadra tedesca ha dominato per otto anni, ma sembra destinata a rimanere senza vittorie nel 2022. GPblog analizza le ultime sei gare, vedendo dove la Mercedes ha ancora una possibilità e come sono messe Ferrari e Red Bull Racing per quei determinati weekend.

Gran Premio di Singapore

Da più parti si sente dire che la Mercedes ha ottime possibilità di competere per la vittoria a Singapore. Questo si basa sul fatto che la W13 del 2022 funziona bene su circuiti con curve lente e su tracciati in cui ci si concentra maggiormente sulle curve. Ad esempio, la Mercedes si è comportata particolarmente bene a Zandvoort e in Ungheria.

Il collegamento con Singapore è facile da fare in questo senso. Singapore è un circuito con molte curve, è molto stretto e i rettilinei non sono frequenti. Tuttavia, si tratta di un circuito cittadino ed è qui che la Mercedes è storicamente più debole. Anche le prestazioni di quest'anno a Monaco e a Baku sono state deludenti.

Se si guarda alla storia del Gran Premio di Singapore, i fan della Mercedes si sentono ancora più scoraggiati. Infatti, la percezione che un outsider possa vincere qui con un'auto fatta apposta per questo tipo di tracciato non si riflette nell'elenco dei vincitori. Infatti, dal debutto di questo GP nel 2008, ha quasi sempre vinto l'auto che è diventata anche campione del mondo. Nel 2008 (Alonso/Crashgate), 2009 (Hamilton), 2010 (Fernando Alonso, secondo nel campionato mondiale di quell'anno), 2015 (Vettel) e 2019 (Vettel), ci sono stati vincitori "outsider", ma spesso a causa di una situazione di safety car che si è risolta a favore del vincitore finale. Anche il fatto che Vettel abbia vinto con il mega motore (illegale) della Ferrari nel 2019 la dice lunga su cosa sia necessario in questo circuito.

A questo proposito, la Ferrari sembra essere la favorita per questo Gran Premio. La scuderia italiana ha spesso avuto la macchina più veloce sul giro quest'anno ed era già forte sui circuiti stradali. La differenza con la Red Bull in gara è minore anche sui circuiti più tortuosi. È anche più difficile sorpassare a Singapore. Quindi i sorpassi devono essere fatti con la strategia e non è questo il punto di forza della Ferrari quest'anno.

Gran Premio del Giappone

Il Gran Premio del Giappone sembra essere l'evento in cui Max Verstappen potrà laurearsi campione del mondo e a Suzuka potrà farlo con una vittoria. In Giappone vince sempre la squadra con l'auto migliore dell'anno e la potenza gioca un ruolo particolarmente importante. Le possibilità di vittoria per la Mercedes sono molto scarse e anche la Ferrari avrà bisogno di un miracolo per battere Verstappen.

Gran Premio degli Stati Uniti

Ad Austin, in Texas, la Mercedes ha un'altra possibilità. Tuttavia, la Red Bull Racing è la favorita sul Circuit of the Americas con la sua RB18. Il circuito è ideale per le auto che sono forti sui rettilinei e nelle curve veloci, quindi la migliore auto della stagione qui si aggiudicherà facilmente la vittoria, ma ad Austin possono succedere cose assurde.

Ad esempio, Verstappen ha vinto completamente contro i pronostici nell'edizione del 2021, grazie a una strategia forte e a un lavoro difensivo estremamente efficace. Anche Kimi Raikkonen ha vinto in modo sorprendente nel 2018 e Lewis Hamilton ha fatto lo stesso nel 2012, dove non aveva certo la macchina migliore.

La Red Bull Racing è la chiara favorita su questo tipo di circuito. La Ferrari potrebbe ottenere la pole il sabato, ma è improbabile che il ritmo di gara della RB18 possa essere inferiore a quello della Ferrari la domenica. La domanda è quanto la Mercedes possa essere vicina in questa lotta. In effetti, questo determinerà se una safety car fortunata o una strategia forte potrebbe aumentare le loro possibilità di vittoria.

Gran Premio del Messico

L'Autódromo Hermanos Rodríguez è il grande kartodromo di Verstappen. L'olandese ama correre su questo circuito e ha già vinto tre volte con la Red Bull Racing, anche in anni in cui la Red Bull non era favorita. Tuttavia, l'aderenza è estremamente importante su questo tracciato scivoloso e anche l'altitudine gioca un ruolo fondamentale, soprattutto per il motore.

Per anni la Red Bull è stata la favorita in questo circuito e ancora oggi la vettura di Adrian Newey ha un'ottima aderenza meccanica. La Ferrari, tuttavia, ha un'auto che è leggermente migliore sui tracciati tortuosi e, soprattutto nelle curve lente, la F1-75 e anche la W13 della Mercedes prendono vita. Il problema, tuttavia, è la tenuta dei motori.

In effetti, il grande punto di forza della Red Bull è stato per anni il motore Honda e anche quello Renault, che erano migliori in condizioni di altitudine. La Mercedes ha sempre perso visibilmente potenza qui e anche la Ferrari ha faticato su questo circuito nel corso degli anni.

Gran Premio del Brasile

Nel 2021, Lewis Hamilton ha dimostrato ancora una volta quanto la potenza sia essenziale a Interlagos. Sulla carta, il circuito sembra tortuoso e il settore due in particolare è composto da molte curve lente, ma in proporzione, in questo breve giro si va a tutto gas. Poiché la potenza è necessaria anche per affrontare le salite, è ancora più importante avere una velocità massima elevata.

A questo proposito, non c'è dubbio che la Red Bull Racing sia di gran lunga la favorita, proprio come a Suzuka.

Gran Premio di Abu Dhabi

Abu Dhabi è sempre stato definito un circuito Mercedes e questo perché anche qui la potenza gioca un ruolo importante. Questo aspetto è diventato ancora più importante dopo le modifiche apportate al circuito. Infatti, i lunghi rettilinei sono caratterizzati da velocità ancora più elevate e alcune sezioni lente sono scomparse.

Quindi questo non è però un circuito Mercedes nel 2022, poiché la velocità in rettilineo è ciò che manca a George Russell e Lewis Hamilton rispetto agli uomini della Ferrari e della Red Bull. Dal punto di vista strategico, puoi fare alcune cose ad Abu Dhabi, ma devi essere in vantaggio. Infatti, sorpassare con un pit stop in più è quasi impossibile. Sergio Perez lo ha dimostrato ancora una volta nel 2021, tenendo a bada Hamilton per due giri con gomme vecchie.

Conclusione

Le possibilità della Mercedes sono scarse nel 2022. Ha mancato le occasioni di vittoria in Olanda e in Ungheria e non ne restano molte. Per far sì che la Mercedes vinca di nuovo e che Hamilton mantenga il suo record di vittorie in ogni anno in cui ha corso in F1, probabilmente dovrà accadere in America o a Singapore.

Il Marina Bay Street Circuit soddisfa molte delle esigenze della Mercedes di quest'anno, ma il fatto che si tratti di un circuito cittadino e che di solito il campione del mondo vinca qui non depone a favore della scuderia tedesca. Tuttavia, le possibilità di una gara caotica qui sono alte e se una safety car o una bandiera rossa giocano a tuo favore, potresti benissimo difendere la tua posizione qui.

In America c'è una seconda possibilità per la Mercedes. La storia dimostra che anche gli outsider possono vincere con una strategia forte o con una gara condizionata da una safety car. Tuttavia, il fatto che il circuito non sia affatto adatto alle qualità della W13 rende molto difficile battere gli uomini della Ferrari e della Red Bull Racing.

Sui quattro circuiti, la Red Bull e quindi Verstappen sembrano essere i grandi favoriti in partenza. La concorrenza deve sperare che Verstappen rallenti dopo la conquista del titolo mondiale, altrimenti il campione del mondo in carica potrebbe aggiudicarsi tutte le gare rimanenti.

Lettore video

Altri video