F1 News

Wolff spiega perché ha detto a Russell di concentrarsi a Montreal

Wolff spiega perché ha detto a Russell di "concentrarsi" a Montreal

15 giugno A 11:00
Ultimo aggiornamento 15 giugno A 11:34

    Toto Wolff, a seconda della gara, può essere una voce costante nelle radio dei team dei suoi piloti, così come ha detto a George Russell "concentrati George, concentrati" durante il Gran Premio del Canada. L'amministratore delegato e team principal austriaco ha spiegato perché sostituisce gli ingegneri alla radio in diversi momenti.

    In passato Wolff è diventato virale per altre clip via radio in Formula Uno. Naturalmente, la Formula Uno ha deciso di trasmettere i team principal che parlano con la FIA ad Abu Dhabi nel 2021, dove l'austriaco aveva un chiaro interesse. Da allora, fino all'annuncio del suo trasferimento alla Ferrari, Wolff ha detto a Lewis Hamilton quanto gli dispiaccia che la vettura Mercedes non sia all'altezza.

    "Ci sono momenti in cui parlo con loro. Li chiamo ogni tanto. A volte parlo con loro. Devi dire loro di calmarsi se la gara non sta andando bene", ha detto Wolff a GPblog, tra gli altri, a proposito dell'improvvisa apparizione nelle orecchie di Russell a Montreal.

    "Dare un piccolo consiglio forse può essere utile. Spero che sia utile. Penso che lui [Russell] sia bravo. Lo conosco molto bene. E so cosa gli passa per la testa", ha spiegato ancora l'austriaco.

    Hamilton ha lasciato Wolff in silenzio

    D'altra parte, un messaggio di Wolff non ha trovato il pubblico giusto. Una volta sventolata la bandiera a scacchi, il team principal ha detto a Lewis Hamilton: "Lewis, la cosa positiva è che la macchina è tornata ad essere performante e noi andiamo avanti da qui". Tuttavia, il sette volte campione del mondo non ha risposto.