Red Bull Contentpool

F1 News

Jos Verstappen: ''Guardare Max è emozionante quanto correre io stesso''.

Jos Verstappen: ''Guardare Max è emozionante quanto correre io stesso''.

26-12-2023 20:00

Simone Tommasi

Jos Verstappen, il padre di Max Verstappen, guida i rally da un po' di tempo. Anche se si diverte molto, per lui è un piacere e guida solo quando ne ha voglia. Sua moglie e i suoi figli erano un po' preoccupati quando ha iniziato, e Jos stesso dice che trova altrettanto eccitante guardare Max e guidare lui stesso.

Jos Verstappen ha deciso di dedicarsi al rally per sperimentare un nuovo modo di correre, come ha dichiarato alla rivista olandese Formule 1 Magazine. Ciò che lo ha conquistato è la gara in sé. "Tutto è nuovo e questo è l'aspetto che mi ha colpito di più. Devi reimparare tutto e anche affrontare le cose in modo completamente diverso da come sei sempre stato abituato. Devi comunicare con un navigatore, devi prendere appunti, fare annotazioni, percorrere superfici su cui non hai mai corso prima, cose del genere lo rendono divertente e stimolante".

Jos il debuttante

Ora ha più di 10 gare all'attivo e si è accorto che più spesso lo si fa, più diventa facile. Tuttavia, Jos si sente ancora un principiante. "Alla fine, tutto si basa sull'esperienza. In Formula 1 guidi sempre sugli stessi circuiti, li conosci a un certo punto. All'inizio di quest'anno ho guidato in un rally dove avevo già guidato un anno prima. Questo ha reso subito tutto molto più facile. Si riconoscono le parti della volta precedente. L'esperienza è qualcosa che ancora mi manca. All'improvviso sono di nuovo una specie di principiante".

Quando ha detto a casa che avrebbe partecipato a un rally, sua moglie e i suoi figli gli hanno augurato soprattutto di divertirsi. Non gli hanno detto di stare attento, perché Jos non l'ha mai sentito prima, scherza. ''No, questo - devo stare attento - non l'ho mai sentito. Forse vogliono sbarazzarsi presto di me, haha. Ma sul serio, ovviamente sanno quanto mi piace e quanto mi appassiona. Vogliono che stia attento, ma anche che faccia le cose che mi piacciono".

L'adrenalina non manca

Jos continua dicendo che l'adrenalina non gli manca da anni fuori dalla pista con Max e che preferirebbe vedere Max vincere, piuttosto che se stesso. "Credimi, anche con Max ho sentito quell'adrenalina. Ma ora lui ha raggiunto una fase in cui non devo più fare nulla e per me è arrivato il momento di iniziare a fare cose divertenti. E questo mi piace molto. Perché ho bisogno di quell'adrenalina. La sensazione di correre in auto non può essere paragonata a quella che si prova quando ci si trova vicino alla pista. È molto diverso. No, non è più eccitante. Guardare Max mi emoziona quanto correre io stesso. E preferisco che vinca Max piuttosto che io. Ma ovviamente la cosa migliore è quando tutto questo va di pari passo: Max che vince con un'auto di Formula 1 e io con un'auto da rally. Questo è il nostro obiettivo ogni volta".