Fred Vasseur: "Non voglio rimandare nessun obiettivo".

F1 News

fred vasseur nuovo personale alla ferrari
11 settembre A 12:30
Ultimo aggiornamento 11 settembre A 13:36

    La sua prima stagione alla guida della Ferrari si sta lentamente avvicinando alla fine. È stato un anno che alla fine si è rivelato diverso da quello che Fred Vasseur aveva sperato: nessuna vittoria (ancora) e l'impossibilità di essere il principale sfidante della Red Bull Racing. Che le cose cambino presto, ora che la Ferrari sta subendo una metamorfosi interna?

    In Formula 1 si è bravi solo in base alla quantità di denaro che si ha a disposizione e alla qualità del personale. La prima non manca alla Ferrari, ma in termini di personale la squadra sta facendo passi da gigante. Gli italiani sono nel bel mezzo di una trasformazione, con cambiamenti di personale, soprattutto nelle posizioni chiave dell'organizzazione. Prima che tutti i posti siano occupati nel modo desiderato, passerà un bel po' di tempo. Infatti, in Formula 1 è consuetudine che il personale proveniente da altri team trascorra prima un po' di tempo a casa, per evitare (per quanto possibile) di portare con sé segreti al nuovo datore di lavoro.

    Vasseur parla di un processo lungo

    "Il reclutamento è un processo molto lungo", afferma Vasseur, parlando tra gli altri con GPblog. "E la conseguenza è che le persone entrano in azienda a volte in un paio di mesi. Abbiamo persone che iniziano a lavorare in azienda il 1° gennaio 2024, altre iniziano il 24 luglio, altre ancora all'inizio del 2025. È un processo molto lungo e in qualche modo è anche un po' frustrante perché si ha la sensazione di lavorare per 2 o 3 anni a partire da oggi. Ma d'altra parte, se non inizi a farlo, non lo otterrai mai".

    Si potrebbe leggere tra le righe che Vasseur non conti sul successo per ora, perché non ci sono le persone giuste a bordo. Il francese ha subito controbattuto: "No, non è quello che ho detto. Ho detto che tutti i processi in F1 sono piuttosto lunghi, con molta inerzia, e quando vuoi lavorare con delle persone, devi aspettare due o tre anni prima di ottenere il risultato, perché entreranno in azienda tra 18 mesi o due anni, e lavoreranno sulla macchina dell'anno successivo. Ma non ho mai detto, e non accetterò mai, di dire che dobbiamo aspettare che questi ragazzi migliorino perché ho fiducia nelle persone che abbiamo in squadra [per avere successo]".

    Vasseur ha fiducia nei membri della sua squadra

    Il team principal ha continuato: "Dobbiamo migliorare, ma possiamo fare un lavoro migliore con quello che abbiamo oggi e dobbiamo concentrarci per cercare di ottenere il meglio da quello che abbiamo. È la prossima sfida e sono sicuro che abbiamo un ampio margine di miglioramento con la situazione attuale. E non voglio rimandare nessun obiettivo o qualcosa del genere, perché sarebbe un messaggio sbagliato, una motivazione sbagliata. E alla fine, si tratta di un processo non definitivo. Non è perché avremo tre, cinque, dieci persone che si uniranno al team nei prossimi 18 mesi che cambierà completamente la filosofia e il potenziale del team. Non c'è un prima e un dopo", ha detto Vasseur.