F1 News

Szafnauer sorpreso da Piastri: Il piano era di cederlo in prestito nel 2023.

Szafnauer sorpreso da Piastri: "Il piano era di cederlo in prestito nel 2023".

7 agosto - 09:16 Ultimo aggiornamento: 12:21
0 Commenti

GPblog.com

Nell'ultima settimana sono successe molte cose intorno ad Alpine. Lunedì Fernando Alonso ha annunciato che lascerà la scuderia francese per unirsi ad Aston Martin nel 2023. Martedì Alpine ha annunciato che Oscar Piastri guiderà per loro l'anno prossimo, a cui è seguita poche ore dopo una dichiarazione dell'australiano in cui ha affermato che non correrà per la squadra.

Questo ha portato a una grande confusione e a molte domande, anche all'interno della stessa Alpine. Piastri è ancora sotto contratto e, secondo il team francese, il questo prevede che guiderà per la squadra fino al 2023. Otmar Szafnauer, capo del team Alpine, spiega in una conversazione con El Confidencial come la scuderia vede la situazione.

Piastri tiene in dubbio l'Alpine

"Parte del contratto ci permette di avere Oscar alla guida della nostra auto nel 2023, da qui il nostro comunicato stampa. C'era anche un'opzione per il 2023, in cui potevamo prestarlo a un'altra squadra. In realtà, volevamo tenere Fernando per un altro anno e prestare Oscar per il 2023". Szafnauer spiega che questo piano è cambiato quando la notizia di Alonso ha raggiunto la squadra.

Per quanto riguarda il motivo per cui Piastri vuole andare in un'altra squadra e non rimanere con Alpine, nemmeno Szafnauer ha una risposta chiara. "Credo che sia una domanda per Piastri, perché anch'io non lo capisco. Sono relativamente nuovo nella squadra, ma mi trovo bene qui". Secondo il capo della squadra, Alpine ha grandi progetti e li condivide anche con i piloti. Questo rende la scelta di Piastri per un'altra squadra, presumibilmente la McLaren, ancora più folle secondo Szafnauer.

Lettore video

Altri video