Wolff: "Dobbiamo fare grandi passi avanti nelle prossime gare".

F1 News

Wolff dopo le qualifiche GP Arabia Saudita
18 marzo A 19:49
Ultimo aggiornamento 18 marzo A 20:18
  • GPblog.com

La Mercedes partirà dalla terza posizione domani con George Russell per il Gran Premio dell'Arabia Saudita, grazie alla penalità di dieci posizioni in griglia di Charles Leclerc, ma il team principal Toto Wolff ha dichiarato a Sky Sports e ORF che è il punto in cui la squadra si aspetta di essere e che è necessario prendere provvedimenti nelle prossime gare della stagione.

"Penso che siamo dove ci aspettavamo di essere", ha detto Wolff dopo le qualifiche, "sappiamo di avere dei deficit e siamo nella battaglia - ci sposteremo di 2 decimi in su o di 2 decimi in giù. Dobbiamo fare grandi passi avanti nelle prossime gare.

"Abbiamo anche capito molto meglio dove c'è una mancanza e possiamo anche vedere qui quello che abbiamo trovato nella galleria del vento. Questo ci renderà più veloci di qualche decimo. Stiamo spingendo per arrivare a questo punto".

Prestazioni dei piloti su livelli diversi

Interrogato sulle prestazioni di Lewis Hamilton, che è riuscito a qualificarsi solo ottavo, l'austriaco ha dato una risposta breve ma precisa: "Il tempo non è mai arrivato. Dobbiamo analizzare le differenze di assetto che abbiamo avuto".

Tuttavia, ha avuto il tempo di elogiare Russell parlando con ORF: "George ha spremuto tutto dalla macchina. Non c'era più niente all'interno, quindi la seconda fila è buona".

Red Bull ancora pericolosa dal 15° posto

Wolff ha spiegato le sue sensazioni riguardo ai problemi di Max Verstappen e come ci sia ancora la possibilità per l'olandese di spiccare il volo in mezzo al gruppo: "Forse l'hanno fatto apposta per vincere dalle retrovie. Mentre Perez ha una macchina diversa".

Parlando a ORF, Wolff ha concluso aggiungendo le sue precedenti dichiarazioni a Sky Sports: "Penso che siamo alla pari con Ferrari e Aston Martin, ma dobbiamo stare attenti quando Verstappen si scatena da dietro. Penso che possiamo salire sul podio".

Per saperne di più su:

Condividi questo articolo