Interview

Il giovane della Red Bull Dennis Hauger racconta le sue ambizioni in Formula 1

Il giovane di Red Bull Hauger deve dare il massimo: "È un gioco spietato".

15 marzo A 18:21
Ultimo aggiornamento 15 marzo A 21:00
  • GPblog.com

Come uno dei giovani della Red Bull, molti occhi sono puntati su Dennis Hauger in Formula 2 in questa stagione. Il norvegese della MP Motorsport ha solo 19 anni, ma sembra già essere a un punto di svolta nella sua carriera: ci sarà una reale possibilità di passare alla Formula 1 o Hauger dovrebbe concentrarsi su un futuro in un'altra classe di corse?

Anche se Hauger compie 20 anni solo questo venerdì, ha già alle spalle diverse stagioni di gare internazionali. Nella sua seconda stagione in Formula 4, si è classificato secondo nella classifica finale del campionato italiano. Nel 2021, Hauger ha conquistato il titolo in Formula 3. Come esordiente in F2, l'anno scorso ha vinto due gare (Monaco e Baku), ma nonostante ciò non è andato oltre la P10 nella classifica finale con il team Prema.

Preparazione approfondita

Al suo secondo anno in Formula 2, è ben consapevole di dover fare meglio. Con il team MP Motorsport, campione in carica, Hauger spera di poter tentare di conquistare il titolo nella classe immediatamente inferiore alla Formula 1 in questa stagione. "Ho passato parecchio tempo casa in Norvegia", dice a GPblog e altri.

"Mi sono allenato molto con il team che ho intorno a me. Mi sono preparato per la stagione. È necessario lavorare molto per essere al 100%. Sono stato alla MP e alla Red Bull, dove ho lavorato al simulatore. Ho fatto avanti e indietro. È stato un bene continuare a lavorare, conoscendo tutti durante il precampionato".

Adattamento rapido

Nella gara sprint in Bahrain, Hauger è arrivato secondo, mentre nella gara principale il norvegese non è riuscito a raggiungere il traguardo. È già a 24 punti dal favorito Theo Pourchaire. Per mantenere vivo il sogno di Hauger in F1 sembra essere necessaria una buona - anzi, eccezionale - stagione. Dopotutto, il passato ha dimostrato che le squadre di Formula 1 difficilmente reclutano piloti che sono stati attivi in F2 per più di due anni.

"È vero", afferma Hauger, quando GPblog gli ha posto una domanda in merito. "Salendo i gradini delle corse di formula, devi adattarti rapidamente. Anche in F1 devi adattarti rapidamente per rimanere lì. Credo che faccia parte del gioco. Ovviamente si arriva alla seconda stagione con più esperienza, più conoscenza della macchina e del campionato. È un gioco spietato, ma è così che funziona".

Grandi aspettative

Soprattutto quando fai parte del programma junior della Red Bull, il mondo esterno tiene d'occhio tutto ciò che fai. Dopo tutto, un contratto con gli austriaci significa grandi aspettative. "Tutto questo fa parte del gioco. Quindi, alla fine, devi accettarlo e concentrarti su te stesso. Non puoi pensare troppo a quello che pensa la gente in continuazione. Devi viverlo. Alla fine, mi concentro sulla mia seconda stagione e non mi preoccupo troppo di tutto quello che c'è intorno", conclude Hauger.