F1 News

Brown si appella alla FIA: Cambiate le regole della superlicenza.

Brown si appella alla FIA: "Cambiate le regole della superlicenza".

23 novembre - 11:58 Ultimo aggiornamento: 13:38
0 Commenti

GPblog.com

Zak Brown, CEO della McLaren, spera che la FIA cambi le regole della superlicenza. In un'intervista alla BBC, Brown afferma che a suo parere le regole sono ingiuste nei confronti dei piloti della IndyCar.

La McLaren ha lavorato molto con i piloti della IndyCar quest'anno. Alex Palou e Pato O'Ward hanno entrambi guidato nelle prove libere per la McLaren e Colton Herta ha completato una giornata di test per il team britannico. Herta era anche nel mirino della Red Bull per sostituire Pierre Gasly all'AlphaTauri, ma a causa di ostacoli da parte della FIA non si è mai concretizzato.

In Formula 2, tutti i primi tre classificati ottengono automaticamente punti sufficienti per ottenere una superlicenza. In IndyCar, invece, solo il vincitore. Tutti gli altri posti del campionato ottengono di default meno punti per la licenza rispetto ai loro equivalenti in Formula 2. Secondo Brown, questo è sbagliato. Vuole che i due campionati assegnino lo stesso numero di punti in modo che i piloti della IndyCar possano passare alla Formula 1 più facilmente. Afferma che tutti e tre i piloti che hanno effettuato i test per la McLaren quest'anno sono in grado di gareggiare in Formula 1. Di questi tre, però, solo Palou ha una superlicenza perché è diventato campione nel 2021.

Brown punta su Ben Sulayem

Le regole possono essere modificate solo dalla FIA stessa. Il presidente della FIA , Mohammed Ben Sulayem, non ha ancora parlato di un'iniziativa in tal senso, ma Brown è fiducioso che ciò avverrà nel prossimo futuro.

"L'aspetto che ho notato in Mohammed è che è pronto a mettere in discussione le regole in vigore e a correggerle in futuro", ha detto Brown. "Quindi sta rispettando le regole: 'Queste sono le regole e non le piegheremo' ha detto, e credo che sia la cosa giusta da fare. Anche se pensiamo che le regole non siano buone, come nel caso della superlicenza. Ma è molto pronto a fare: 'Forse questa non è una buona regola. Dovremmo rivederla e fare un cambiamento'".

Lettore video

Altri video