Grand Prix

Abu Dhabi Grand Prix



city
-
Lunghezza del circuito
5.554 km
rounds count
55
fastest lap
-

Gran Premio di Abu Dhabi

L'ultima gara della stagione di Formula 1 si svolgerà nuovamente nel deserto di Abu Dhabi. Il circuito di Yas Marina nella scorsa stagione è stato di nuovo decisivo per l’assegnazione del titolo dopo cinque anni, diventando lo scenario di una gara combattuta fino all’ultima curva. E appena la gara finisce, ci si rimette subito al lavoro: bisogna iniziare i preparativi per la prossima stagione!

Classifica di F1

Pos.NameTeamRoundsTimePoints
1VERMax VerstappenRed Bull Racing581:29.797-
2LECCharles LeclercFerrari58+8.771-
3PERSergio PerezRed Bull Racing58+10.093-
4SAICarlos SainzFerrari58+24.892-
5RUSGeorge RussellMercedes AMG F1 team58+35.888-
6NORLando NorrisMcLaren58+56.234-
7OCOEsteban OconAlpine F1 team58+57.240-
8STRLance StrollAston Martin F1 team58+76.931-
9RICDaniel RicciardoMcLaren58+83.268-
10VETSebastian VettelAston Martin F1 team58+83.898-
11TSUYuki TsunodaScuderia AlphaTauri58+89.371-
12ZHOGuanyu ZhouAlfa Romeo F1 team57+1LAP-
13ALBAlexander AlbonWilliams57+1LAP-
14GASPierre GaslyScuderia AlphaTauri57+1LAP-
15BOTValtteri BottasAlfa Romeo F1 team57+1LAP-
16SCHMick SchumacherHaas F157+1LAP-
17MAGKevin MagnussenHaas F157+1LAP-
18HAMLewis HamiltonMercedes AMG F1 team55+2LAPS-
19LATNicholas LatifiWilliams55+2LAPS-
20ALOFernando AlonsoAlpine F1 team27+30LAPS-

 

Guida al circuito di Yas Marina

Il circuito di Abu Dhabi alla sua nascita aveva un grande potenziale, ma ha finito per dare vita a gare deludenti la maggior parte delle volte. Il tracciato inizia con una sequenza di curve veloci, con cambi di altitudine che rendono il primo settore uno dei migliori in calendario.

Purtroppo, dopo il primo settore, le cose non sono più così interessanti. Dopo la curva 7, troviamo un lunghissimo rettilineo. Questo rettilineo di 1,2 km è il più lungo nel calendario di F1 e in questa parte del tracciato si verificano la maggior parte dei sorpassi, poiché si tratta della prima zona DRS. 

Subito dopo si trova un altro lungo rettilineo, che funge da seconda zona DRS. Anche questa è una zona molto utilizzata per i sorpassi e, con un settore finale tortuoso e tecnico, è l'ultima vera possibilità di sorpasso.

Storia della gara

Quando la F1 è arrivata per la prima volta ad Abu Dhabi nel 2009, Jenson Button e la Brawn GP avevano già vinto i titoli piloti e costruttori.

Il campionato 2010, invece, è stato molto più aperto: Sebastian Vettel, Mark Webber, Fernando Alonso e Lewis Hamilton avevano tutti la possibilità di conquistare il titolo all’ultima gara. Come è noto, il pessimo tempismo dei pit stop di Alonso e Webber li ha fatti imbottigliare dietro alla Renault di Vitaly Petrov e, nell'era precedente al DRS, non sono riusciti a superarlo. Vettel ha così vinto la gara conquistando il suo primo titolo mondiale.

Nel 2012 abbiamo assistito a un incidente spettacolare, quando Nico Rosberg si è schiantato contro la lenta HRT di Narain Karthikeyan, prendendo il volo e finendo contro le barriere alla curva 17. Quel Gran Premio ha visto anche compiersi una delle vittorie più celebrate degli ultimi tempi, con Kimi Raikkonen che ha conquistato la vittoria per la Lotus, la prima dal suo ritorno in F1.

Nel 2014 si è verificata la strana situazione del punteggio doppio assegnato al vincitore. Nel tentativo di dare maggiore pathos alla gara finale, è stato deciso che raddoppiare i punti in palio fosse una buona idea. Fortunatamente la novità non ha avuto alcun impatto sulla corsa al titolo, con Lewis Hamilton che ha vinto comodamente, e non è più stata riproposta.

Il finale della gara del 2016 è stato uno dei più tesi degli ultimi tempi. Rosberg, in corsa per il titolo, si trovava in una posizione che gli avrebbe garantito il titolo, ma era seguito a ruota dalla Ferrari di Sebastian Vettel. Rosberg è riuscito a resistere, andando a vincere il campionato per poi ritirarsi pochi giorni dopo.

L'anno scorso sul circuito di Yas Marina

L’ultima gara della stagione 2021 è stata di nuovo decisiva per l’assegnazione del titolo mondiale. Lewis Hamilton e Max Verstappen arrivavano ad Abu Dhabi perfettamente appaiati in classifica e il primo sembrava poter conquistare il suo ottavo titolo dopo essersi trovato in testa con distacco a quasi tre quarti di gara. 

Tuttavia l’ingresso della safety car nell’ultima porzione di gara ha permesso a Verstappen di montare nuovi pneumatici e, dopo la controversa decisione della direzione di gara di far sdoppiare solo alcune auto, superare Hamilton nel corso dell’ultimo giro. L’olandese ha vinto così il suo primo titolo mondiale, interrompendo la striscia vincente dello stesso Hamilton.

La gara ha visto anche la conferma della Mercedes come detentrice del titolo costruttori, con 28 punti di vantaggio sulla Red Bull, e il sorpasso in classifica di Carlos Sainz (oltre che di Lando Norris) ai danni del compagno di squadra Charles Leclerc.