Perez non esclude di lasciare la Red Bull dopo questa stagione: "Ne ho bisogno".

Exclusive

Sergio Perez sulla sua attuale situazione alla Red Bull
5 settembre A 13:35
Ultimo aggiornamento 5 settembre A 15:50

    Il pilota della Red Bull Sergio Perez non sa ancora dove lavorerà tra due anni. Il pilota messicano di F1 si riferisce alla propria situazione dopo il 2024, anno di scadenza del suo contratto attuale. Il sei volte vincitore di gare non esclude del tutto una partenza anticipata, parlando con DAZN.

    La scuderia austriaca si tiene strette le sue opzioni per il 2025. Non è ancora chiaro chi sarà il compagno di squadra di Max Verstappen dopo il prossimo anno. Secondo il consulente della Red Bull Helmut Marko, Perez non è sicuro di un prolungamento del contratto. Il messicano sta quindi tenendo aperte le sue opzioni: "Se non c'è posto per me qui nel 2024, allora inizierò a valutare delle alternative". Ma lo stesso Perez pone delle condizioni per un nuovo anno con la squadra. "Devo trovarmi in un ambiente in cui posso dare un contributo e se non ci sarà posto qui nel 2024, dovrò cambiare aria".

    Elogi per Verstappen

    L'ex pilota della Racing Point sa che sta guidando al fianco di un compagno di squadra estremamente veloce. "È il pilota più completo della griglia. Non ho mai visto un pilota così bravo da quando guido in Formula 1", ha dichiarato Perez, che ha debuttato con la Sauber nel 2011. Il messicano si è classificato secondo a Monza lo scorso weekend, dietro al compagno di squadra Verstappen. Il distacco dal leader del campionato è attualmente di 145 punti.