F1 News

I media italiani: Un altro boccone amaro per Leclerc e la Ferrari.

I media italiani: "Un altro boccone amaro per Leclerc e la Ferrari".

3 ottobre - 12:28
0 Commenti

GPblog.com

Lunedì i media italiani hanno reagito con delusione alla prestazione della Ferrari. La scuderia di Maranello sperava di conquistare la vittoria a Singapore, ma ha dovuto lasciarla a Sergio Perez. Inoltre, il risultato di Max Verstappen è stato ampiamente criticato.

Verstappen non ha ottenuto il risultato sperato in precedenza. Anche a causa di una sessione di qualifiche in cui la Red Bull Racing ha commesso un errore, ha dovuto accontentarsi di un settimo posto. Era l'occasione perfetta per la Ferrari di conquistare la vittoria, ma era troppo lontana per la squadra.

"Un altro boccone amaro per Charles Leclerc e la Ferrari", fa sapere La Gazzetta dello Sport. "A Singapore ha vinto Segio Perez, anche se il successo del messicano è arrivato col giallo e ben dopo la cerimonia del podio perchè Checo è stato investigato per un mancato rispetto della distanza da una Safety Car".

Il Corriere della Sera ha criticato invece il vincitore del GP di Singapore: "Perez prende 9 e non 10 perché ha violato due volte le regole. Verstappen 5 (come il team) perché pasticcia troppo, male anche Hamilton, grande Alonso (7,5) frenato dalla Alpine", dice il Corriere riferendosi ai suoi problemi al motore.

Chiare critiche alla gestione della gara

Nel weekend di gara si sono distinti anche altri elementi. Ad esempio, la commissione di gara ha impiegato ancora una volta molto tempo prima di prendere una decisione su una possibile penalità per Perez. Sky Sport Italia dice che la direzione ha bisogno di riflettere su questo aspetto.

"La volontà era quella di avere tutti gli elementi utili per giudicare è vero, ma il periodo per gli uomini guidati da Mohammed Ben Sulayem non è di certo dei più facili", afferma Sky. "In attesa anche di mercoledì, quando verrà pubblicato il report finanziario definitivo dei team sulla stagione 2021 che tanto ha già fatto discutere in questi giorni".

Lettore video

Altri video