General

Todt: Leclerc è già un grande campione, ma gli manca ancora qualcosa.

Todt: "Leclerc è già un grande campione, ma gli manca ancora qualcosa".

25-09-2022 20:07
0 Commenti

GPblog.com

Jean Todt è ancora molto coinvolto dalle vicende della Ferrari, la sua vecchia scuderia. Si rammarica del fatto che Charles Leclerc non sia riuscito a mettere in seria difficoltà Max Verstappen e la Red Bull Racing per tutta la stagione (anche se a causa di un auto non abbastanza competitiva). Todt invita in particolare la Ferrari a imparare dagli errori commessi per evitare che si ripetano nel 2023.

"Charles è già un grande campione. Gli manca ancora qualcosa, mi auguro lo abbia presto. Se è la vettura? Gli manca qualcosa...", ha dichiarato Todt al Festival dello Sport di Trento, citato poi da La Gazzetta dello Sport. L'ex presidente della FIA non si dilunga ulteriormente su cosa pensa che possa essere.

La F1-75 è meno competitiva

Todt inizia a parlare delle prestazioni deludenti della F1-75. In definitiva, secondo il francese, è stata questa la causa principale della perdita del campionato del mondo piuttosto che le prestazioni di Leclerc. Sostiene che all'inizio dell'anno la Ferrari era più veloce della Red Bull Racing, ma dal Gran Premio del Canada gli austriaci hanno preso completamente il controllo grazie all'incredibile sviluppo della RB18.

"La Scuderia a un certo punto ha avuto la migliore auto del campionato. Poi ha perso certe opportunità, penso per esempio alla strategia, a una Safety Car entrata al momento sbagliato, a problemi di affidabilità. È stata una somma di diversi episodi, che alla fine hanno avuto un costo", ha detto Todt.

Todt spera che la Ferrari impari dagli errori

Avendo avuto un grande successo in Ferrari, il suo amore per la squadra non si è affievolito. Nonostante non sia direttamente coinvolto nell'organizzazione della formazione italiana, parla al plurale."Su questo c'è da riflettere, per evitare che si ripetano. Non bisogna mai lasciare nulla di scontato. Solo così ci saranno tutti gli ingredienti per essere campioni. Per vincere serve eccellenza a tutti i livelli. Si comincia dai particolari, da quello che risponde al telefono nell'azienda. Se in un'azienda non rispondono al telefono dopo dieci squilli, quella non è una buona azienda".

Durante il periodo di Todt alla Ferrari, questa ha vinto 14 titoli mondiali di Formula 1 (tra piloti e costruttori). Inoltre, Michael Schumacher è riuscito a vincere cinque campionati mondiali consecutivi.

Lettore video

Altri video