F1 News

L'ex pilota di F1: Manca la fiducia tra la Ferrari e i suoi piloti.

L'ex pilota di F1: "Manca la fiducia tra la Ferrari e i suoi piloti".

15 agosto - 16:25 Ultimo aggiornamento: 15 agosto - 16:25
0 Commenti

GPblog.com

L'ex pilota di Formula Uno Marcus Ericsson ritiene che ci sia una sostanziale mancanza di fiducia tra Charles Leclerc e la Ferrari. Il pilota svedese dubita che la squadra possa recuperare il grande divario nel campionato nella seconda parte della stagione.

Ericsson è stato compagno di squadra di Leclerc nell'anno di debutto del monegasco nel 2018. I due piloti hanno guidato insieme per la Sauber. Ora Leclerc sta lottando per il titolo in Ferrari, ma, con un distacco di ben ottanta punti, sembra che sarà un compito difficile vincere il campionato.

Ericsson si mette nei panni del suo ex compagno di squadra. Il pilota di IndyCar pensa che le frustrazioni di Leclerc contribuiscano agli errori commessi dalla Ferrari. Nel Gran Premio d'Ungheria, gli italiani hanno scelto ancora una volta la strategia sbagliata, facendo sì che Leclerc e Carlos Sainz finissero entrambi fuori dal podio.

"Credo che sia molto frustrato. Penso che quest'anno sia stato veloce, ma ci sono stati molti problemi", dice Ericsson a Sky Sports. Il pilota svedese cita come esempio il Gran Premio di Francia, dove Leclerc è finito a muro per un suo errore.

'Sainz e Leclerc dubitano delle decisioni della Ferrari'

"Vuole rientrare nella corsa al campionato e non ci riesce. Sarà dura per Charles perché credo che senta di aver avuto l'opportunità di lottare davvero per il campionato quest'anno. E non ci è riuscito a causa di alcune cose fuori dal suo controllo", continua l'ex pilota di F1.

La Ferrari sembra avere una macchina forte, soprattutto in qualifica. Ericsson non capisce quindi perché la squadra commetta così tanti errori. "Credo che il problema, dal punto di vista dei piloti, e credo che lo abbiamo visto più volte quest'anno, sia che Carlos e Charles dubitino delle decisioni che il muretto dei box prende durante una gara. Ovviamente, la fiducia che un pilota deve avere con la propria squadra sembra mancare un po' tra la Ferrari e i suoi piloti e, nell'arco di una stagione, questo non è un bene". Ericsson dubita che la Ferrari possa rientrare in corsa per il campionato nella seconda parte della stagione.

Lettore video

Altri video