F1 News

Shovlin sulla Mercedes dopo le prime prove libere

Mercedes: perché non vogliamo i sidepods della Red Bull

3 marzo A 15:14
Ultimo aggiornamento 3 marzo A 18:19
  • GPblog.com

Parlando a Sky , Andrew Shovlin, capo tecnico della Mercedes, ha analizzato le prestazioni della "sua" W-14 durante la prima sessione di prove libere in Bahrain. L'ingegnere britannico sperava che l'auto rispondesse meglio ai nuovi pneumatici.

Anche la Mercedes è sembrata più lenta delle due Red Bull durante le prime prove libere, concorda Shovlin. "Sapevamo che saremmo stati un po' indietro rispetto alle Red Bull. Sapevamo di essere un po' indietro rispetto alle Red Bull. La prima manche era prevedibile, la seconda con le gomme nuove non abbiamo trovato molto, quindi ora dobbiamo lavorare su questo aspetto. Pensavo che avremmo guadagnato un po'".

Per ora, la nuova ala posteriore che la Mercedes ha portato con sé questo weekend non è riuscita a colmare il divario. La nuova ala posteriore sembra a posto dal punto di vista aerodinamico. Ci sarebbe piaciuto averla la settimana scorsa, ma era tutta in produzione. Hanno fatto un buon lavoro per portarle qui per questa gara e le useremo per questo weekend".

Il concetto insolito della W-14

La squadra corse tedesca ha sorpreso molti nel paddock quando ha presentato la W-14. Nonostante il 2022 sia stato molto deludente, la Mercedes è rimasta fedele al concetto rivoluzionario di assenza di fianchetti. Le cose cambieranno? "La cosa più importante è che ci siamo liberati dei rimbalzi e quindi siamo in grado di far correre l'auto dove vogliamo. È molto più fluida rispetto all'anno scorso. Stiamo ancora lavorando sul bilanciamento, non è ancora al punto giusto. C'è ancora molto da fare. I Sidepod sono un tema simile. Se vai a copiare qualcun altro, vai indietro prima di andare avanti. Per quanto riguarda il concetto, guarderemo a che punto siamo nelle prime gare. Abbiamo delle evoluzioni in termini di design dei sidepod in arrivo. Ci sono molte cose che dobbiamo valutare".