Steiner, Szafnauer e Vasseur sono d'accordo con le sanzioni

F1 News

30 settembre A 17:05
Ultimo aggiornamento 30 settembre A 17:30
  • GPblog.com

Guenther Steiner, Otmar Szafnauer e Fred Vasseur hanno condiviso le loro opinioni in merito alle ultime notizie sulla violazione da parte dei team dei nuovi limiti di budget della F1. Red Bull e Aston Martin sono le due scuderie che si dice abbiano speso troppo e, secondo alcuni, questo eccesso di denaro, piccolo o grande che sia, dovrebbe essere punito in modo equo.

"Credo che la FIA debba punire in modo appropriato chi ha sforato", ha dichiarato Szafnauer ad Autosport, "bisogna prima capire quanto sia stata grande la violazione e poi quale sia la sanzione appropriata".

Il team principal della Alpine ha poi spiegato il suo desiderio che le squadre vengano punite a causa del vantaggio che potrebbero ottenere con i soldi in più. Ha concluso spiegando che lo sviluppo di un'auto di un team e la velocità di tale sviluppo dipendono dal denaro e dal tempo investiti, il che significa che i team che non hanno un budget ampio si trovano in una posizione di grande svantaggio rispetto ai loro rivali.

Steiner vuole sanzioni

La risposta del team manager della Haas, Steiner, è stata molto simile a quella di Szafnauer e ha dichiarato: "Voglio dire, se si viola il regolamento, e il regolamento dice che la penalità deve essere questa, deve essere questa, perché, alla fine, stiamo parlando di soldi".

Ha inoltre aggiunto che, anche se la violazione è avvenuta più di un anno fa, il valore monetario acquisito grazie alla presenza in quelle posizioni è l'unico vantaggio.

Il tetto dei costi è importante in F1

Vasseur è dello stesso parere e ha spiegato quanto sia importante avere un tetto ai costi all'interno dello sport, spiegando come il denaro investito nelle auto e nello sviluppo sarà di aiuto duraturo. Il francese ha sottolineato la necessità di essere rigorosi, a causa dell'estrema necessità di soddisfare alcuni aspetti della vettura per evitare di essere squalificati, prima di concludere dicendo che la FIA deve prendere provvedimenti.