F1 News

La F1 a Singapore: amata dai tifosi, un inferno per i piloti

La F1 a Singapore: amata dai tifosi, un inferno per i piloti

26-09-2022 14:56 Ultimo aggiornamento: 16:16
0 Commenti

GPblog.com

Se sei un fan della Formula 1 e puoi scegliere una gara a cui assistere, questa deve essere il Gran Premio di Singapore. Molti europei sanno come sono le gare europee. Ma quello che si vive nel micro-stato asiatico è una cosa unica al mondo, secondo la nostra esperienza. Il prossimo fine settimana la gara tornerà in programma dopo due anni di assenza.

Singapore è un paese iper-moderno, dove una volta all'anno il centro della città si trasforma in un autodromo. Da un lato delle grandi recinzioni, le persone aspettano l'autobus, viaggiano nel traffico o fanno shopping in uno dei grandi centri commerciali. Dall'altro lato della recinzione, le auto di Formula 1 sfrecciano per le strade. Non come a Monaco a velocità piuttosto limitate. No, su alcuni rettilinei si raggiungono velocità di 320 chilometri all'ora.

Belle immagini

La particolarità di Singapore, ovviamente, è che la gara si svolge di notte. Le luci vengono utilizzate per illuminare il tracciato, il che rende le immagini più belle per i telespettatori. Ma non è solo per questo motivo che la gara si svolge di notte. A Singapore non solo fa molto caldo (nell'abitacolo si possono raggiungere i 60 gradi!), ma l'umidità durante il giorno è del 96%. Nelle ore serali la situazione è leggermente migliore, intorno all'80%, ma è comunque molto dura.

Già per gli spettatori l'umidità è una sfida, figuriamoci per i piloti che corrono per quasi due ore. Viene quasi da chiedersi se una gara di Formula 1 a Singapore sia una cosa intelligente da fare. Per Alex Albon sarà una sfida che si aggiunge a un'altra, ora che si sta riprendendo dall'appendicite. Singapore, tra tutte, è la gara in cui vuole fare il suo ritorno.

Non è il preferito

Alcuni piloti sono entusiasti della prospettiva di una gara estenuante. Altri temono soprattutto che l'attuale generazione di auto non sia adatta al circuito di Marina Bay. Ad esempio, Esteban Ocon afferma: "Credo che sia una grande sfida per noi, molto fisica. Non sarà divertente. Ma siamo pronti per la sfida", afferma il pilota della Alpine secondo quanto riportato da F1i.com. "Amo Singapore. Adoro Singapore, ma la pista in sé non è la mia preferita. È come coi go-kart sui cordoli, sarà un tracciato difficile".

Lettore video

Altri video