F1 News

Vettel critica gli obiettivi climatici della F1: Sembra bello, ma non c'è molta sostanza.

Vettel critica gli obiettivi climatici della F1: "Sembra bello, ma non c'è molta sostanza".

26-09-2022 10:44 Ultimo aggiornamento: 11:26
0 Commenti

GPblog.com

Sebastian Vettel ha criticato gli obiettivi climatici che la Formula 1 si è autoimposta. In un'intervista al quotidiano tedesco AMuS il pilota della Aston Martin ha denunciato l'atteggiamento della F1 e la mancanza di idee concrete.

L'impegno di Vettel per la tutela dell'ambiente e del clima non è più un segreto. Il tedesco non ha mai rinunciato al suo attivismo, che potrebbe essere difficile da conciliare con la sua carriera di pilota di Formula 1. L'obiettivo della Formula 1 di essere neutrale dal punto di vista climatico entro il 2030 dovrebbe essere un'ottima notizia per Vettel, ma il quattro volte campione del mondo è piuttosto scettico sull'attuazione di questi piani.

Compensazione del carbonio

Il fulcro dell'approccio della Formula 1 sta nella cosiddetta "compensazione del carbonio". Ciò significa compensare la CO2 emessa in altri modi, come piantare nuovi alberi o proteggere le foreste esistenti. La Formula 1 non è l'unica organizzazione che utilizza questo sistema: anche diversi governi o aziende come Shell lo utilizzano per diventare neutrali dal punto di vista climatico. Le critiche sono spesso rivolte al fatto che le aziende utilizzano questo sistema solo per non dover cambiare nulla delle loro emissioni, ma per poter dire che stanno facendo del loro meglio.

Sarà preso sul serio?

Anche Vettel si chiede se gli obiettivi vengano davvero presi sul serio. Il calendario della stagione di F1 del prossimo anno prevede un numero record di 24 gare, di cui molte da raggiungere con viaggi intercontinentali. Inoltre, non è stato presentato alcun piano per l'utilizzo di carburante sintetico (noto anche come e-fuel) e non è chiaro quali saranno le conseguenze se gli obiettivi non verranno raggiunti. Secondo Vettel, tutto questo non è una dimostrazione di impegno.

"Se la Formula 1 controlla se stessa è un bello slogan, ma non è esattamente credibile. Alla fine, è importante che tu sia anche disposto a fare meno profitti se questo ti permette di fare passi credibili. Sembra tutto molto bello, ma in termini di contenuto è piuttosto vuoto".

Lettore video

Altri video