F1 News

La Virtual Safety Car ha ancora una funzione in Formula 1?

La Virtual Safety Car ha ancora una funzione in Formula 1?

23 settembre - 07:59 Ultimo aggiornamento: 08:58
0 Commenti

GPblog.com

La discussione sulla Virtual Safety Car si è riaccesa dopo il Gran Premio d'Italia e noi di GPblog abbiamo chiesto come la pensano ai redattori delle varie edizioni. La VSC dovrebbe rimanere in F1, le regole dovrebbero essere cambiate o la Safety Car dovrebbe essere usata più spesso?

Marcos Gil - GPblog Brasile

Penso che la VSC funzioni abbastanza bene. L'idea è quella di essere come la vera SC, ma senza tutti i protocolli che ritardano la ripartenza. Abbiamo già tanti protocolli complicati in F1, la VSC è una delle cose più facili da capire e da applicare durante le gare. Quindi credo che non dovremmo cambiare nulla. Se un pilota ne beneficia ai box, è fortunato. La fortuna fa parte di ogni sport e succede anche con la SC, quindi non c'è alcun problema.

Camille Stocker Cassiède - GPblog Francia

La Virtual Safety Car non è molto utile. Chiede semplicemente ai piloti di rallentare, ma non funziona bene come la Safety Car. Non permette di far ripartire la gara e ogni pilota interpreta il termine "rallentare" come vuole. La VSC è l'equivalente di una bandiera gialla su tutto il tracciato. In genere, le auto non si raggruppano come durante una Safety Car classica. Per quanto riguarda le soste in VSC, non fanno molta differenza rispetto a un pit stop in regime di safety car, quindi la chiusura dei box non farebbe molta differenza. L'intero utilizzo della VSC dovrebbe essere rivisto per ridurre i pericoli in pista ed evitare di rivivere l'incidente di Jules Bianchi a Suzuka dovrebbe essere la priorità della FIA, evitando contemporaneamente evitare i pasticci come in Arabia Saudita la scorsa stagione.

Andrea Bassini - GPblog Italia

Credo fermamente che la fortuna faccia parte dello sport. Tuttavia, l'impatto della VSC è relativo: la bravura di un team sta proprio nel saper prevedere e anticipare momenti come questi. La Red Bull è una maestra in questo: non è un caso che in quasi tutte le situazioni svantaggiose di quest'anno, le sue auto si siano comportate meglio delle altre. La modifica delle regole della VSC non è una priorità per la Formula 1 al momento: credo che mantenerle così come sono vada a favore dell'imprevedibilità, che dovrebbe essere uno dei principali punti di forza di questo sport.

Tim Kraaij - GPblog Olanda

Lo sport (automobilistico) è e rimarrà in gran parte dipendente dall'intrattenimento. Se non è divertente e la gente non lo guarda, questo sport non ha diritto di esistere. Da questo punto di vista, personalmente sarei favorevole a eliminare la VSC e a utilizzare più spesso la SC. In questo modo si ottiene un modello più americano in cui il gruppo si riunisce molto più spesso. La VSC alla fine non serve a nulla, se non a dare ad alcuni fortunati piloti la possibilità di fare un pit stop relativamente meno costoso. Quindi si assiste a giri in cui non cambia nulla. Quindi, per quanto mi riguarda, sarebbe meglio usare una SC e, se ci vuole troppo tempo (o verso la fine della gara), usare una bandiera rossa, in modo che il maggior numero possibile di giri venga usato per correre davvero.

Simone Tommasi - GPblog Italia

La fortuna fa parte dello sport, soprattutto in Formula 1. La Virtual Safety Car è una di quelle situazioni in cui bisogna essere fortunati, ma anche bravi a leggere la situazione e ad approfittarne. Penso che le regole della VSC vadano bene così come sono, perché i piloti ottengono un vantaggio al pit stop, ma nessuno ottiene un vantaggio maggiore rispetto agli altri, e in ogni caso si tratta di una situazione di gara come tante altre. Inoltre, la VSC rimescola un po' le carte, rendendo la gara più interessante. L'unica modifica che potrebbe avere senso attuare è quella di attivare la VSC solo nel settore in cui è necessaria, ma non è una modifica così urgente.

Matt Gretton - GPblog UK

La fortuna è una parte importante dello sport e un elemento che dovrebbe rimanere all'interno della Formula 1. Ma credo che le regole relative alla VSC possano essere migliorate. Ad esempio a Spa, il circuito è lungo 7 chilometri e l'incidente si estende solo per una piccola parte del tracciato. Lasciamo che i piloti vadano a pieno gas per la maggior parte del circuito e mettiamo un paio di postazioni di commissari che coprano i requisiti della VSC. I tifosi si divertono comunque davanti alla TV e a bordo pista vedendo le auto a tutta velocità. Inoltre, la frequenza di un pitstop in VSC fortunato sarebbe ridotta, mantenendo allo stesso tempo la sicurezza.

Rubén Gómez - GPblog Spagna

A mio parere, la VSC va bene, ma dovrebbero essere apportate alcune modifiche. Penso che si dovrebbe dare bandiera verde negli altri settori e dove c'è l'incidente, fare la VSC e ridurre la velocità. A mio parere, ci sono cambiamenti molto più importanti in Formula 1, come ad esempio finire le gare sotto la safety car, rispetto a questo. Non è un problema di VSC, credo che la fortuna faccia parte delle corse e che si debba fare i conti anche con essa. Infine, non credo che i box debbano essere chiusi e, se la VSC rimane così, non credo che ci siano problemi.

Facci sapere con chi sei d'accordo nel sondaggio e nei commenti!

Lettore video

Altri video