Il pilota di F2 Daruvala è fiducioso: "Sono il favorito per il titolo".

Exclusive

Il pilota di F2 Daruvala è fiducioso:
31 marzo A 20:43
Ultimo aggiornamento 1 aprile A 00:45
  • GPblog.com

Dennis Hauger sta affrontando un momento storico: il norvegese partirà dalla pole position nella prima gara di Formula 2 in Australia. Se Hauger vincerà la gara sprint di sabato, sarà il quinto vincitore in cinque gare. Inoltre, il team olandese MP Motorsport sarebbe la quinta squadra in altrettante gare a vincere il trofeo.

Tanti vincitori diversi, tante squadre diverse. Questo dimostra che la F2 è estremamente competitiva in questa stagione. Prima Theo Pourchaire era il principale contendente al titolo, ma sembra che ci siano altri sfidanti all'orizzonte. "I piloti e le squadre, ovviamente, stanno tutti prendendo le misure, e sì, molti dicono che questa stagione è, come dire, estremamente competitiva", dice Hauger a GPblog. "Come dovrebbe essere nella F2, ma per me non cambia molto. Voglio dire, non direi che ci sono dei favoriti in particolare".

Potrebbe andare peggio, potrebbe andare meglio

Anche il suo compagno di squadra Jehan Daruvala ha avuto una stagione altalenante, ma è riuscito a piazzarsi secondo l'ultima volta in Arabia Saudita. "Penso che il primo weekend sia stato difficile per me, mentre il secondo è stato un buon modo di recuperare. Quindi direi che finora è andata bene, poteva andare peggio ma anche meglio. Credo che Dennis abbia avuto un weekend migliore del mio in Bahrain, mentre io sono stato più forte durante tutto il weekend a Jeddah".

In classifica, molti piloti sono vicini. "Sarà la griglia più competitiva della storia della F2", ha detto Daruvala a GPblog. "Quindi sì, mi aspetto che ci siano molti vincitori diversi nel corso della stagione. Quindi il favorito direi che sono io, perché sono fiducioso e credo in me stesso e non vedo perché non possa vincere la sfida".

"Più costante nel weekend"

Anche Hauger crede in se stesso e non vuole preoccuparsi della competizione. "Si tratta solo di concentrarsi su me stesso", dice il norvegese. "Sono fiducioso al 100% con me e con la squadra, soprattutto per le gare, siamo lì per lottare per le vittorie. Dobbiamo solo completare un po' il weekend, ma siamo sempre stati ai vertici per quanto riguarda il ritmo di gara e se riusciamo a migliorare le qualifiche, dovremmo essere ancora più in alto".