F1 News

Briatore critico nei confronti della FIA, vuole riforme dopo Singapore

Briatore critico nei confronti della FIA, vuole riforme dopo Singapore

4 ottobre - 11:15 Ultimo aggiornamento: 15:06
0 Commenti

GPblog.com

L'ex capo del team Renault Flavio Briatore ha criticato il comportamento della FIA a Singapore. Parlando con Lapresse ha dato all'organizzazione un voto insufficiente.

La gara di Singapore si è conclusa ufficialmente solo diverse ore dopo la caduta della bandiera a scacchi. Poiché Sergio Perez non aveva mantenuto la giusta distanza dalla safety car, non si sapeva ancora se sarebbe stata applicata una penalità. Alla fine, la FIA ha deciso di dare al pilota della Red Bull una penalità di cinque secondi, che non ha cambiato il risultato.

Briatore, che in passato è stato attivo in Formula 1 come manager e team principal per oltre 25 anni, ritiene che la FIA debba migliorare il proprio approccio. "Non è colpa della Formula 1, è colpa della FIA e la situazione va assolutamente cambiata. Questo può rovinare una gara e influenzare il campionato. Se ci fosse stato un fallo, perché aspettare ore quando si può decidere in un minuto con tutti i mezzi tecnici a disposizione?".

Trattarla come un'azienda

Secondo Briatore, la FIA dovrebbe essere impostata più come un'azienda. In altre parole, si dovrebbe ricorrere maggiormente alle competenze tecniche e a manager capaci che gestiscano l'organizzazione. Secondo Briatore, queste conoscenze e competenze c'erano già, ma ora non vengono utilizzate abbastanza.

In passato Briatore è stato cteam principal della Benetton e della Renault, con cui è riuscito a vincere un totale di quattro campionati. Nel 2009, la FIA ha sospeso Briatore dalla Formula 1 per il resto della sua vita dopo le polemiche relative al Gran Premio di Singapore del 2008, un incidente poi noto come "crashgate".

Lettore video

Altri video