F1 News

Nuove regole per il porpoising a Singapore, circuito troppo accidentato

Nuove regole per il porpoising a Singapore, circuito troppo accidentato

29 settembre - 10:35 Ultimo aggiornamento: 13:59
0 Commenti

GPblog.com

Secondo quanto riportato da Motorsport.com le regole per il porpoising saranno modificate per questo fine settimana. Questo perché Singapore è un circuito molto più accidentato rispetto alla maggior parte delle altre gare in calendario.

Il porpoising ha praticamente dominato la conversazione in questa stagione. Il rimbalzo delle auto, soprattutto all'inizio della stagione, è stato così grave che molti piloti hanno lamentato dolori alla schiena e altri problemi di salute. La FIA ha quindi introdotto una "Metrica di Oscillazione Aerodinamica" (AOM), una misura utilizzata per determinare se un'auto rimbalza troppo. Se questo limite viene superato, la FIA può comminare severe sanzioni alle squadre che non lo rispettano.

L'AOM è entrato in vigore per la prima volta in occasione del Gran Premio del Belgio. A quel punto, la maggior parte dei team aveva già un'idea ragionevole dell'origine dei problemi di porpoising e quindi le soluzioni erano più facili da trovare. Finora nessuna squadra ha ricevuto una penalità a causa di questo AOM.

Cambiamenti per Singapore

L'unico problema è che l'AOM è impostato in base alla potenza media per distanza. Questo va bene su un tracciato più piatto, ma su un tracciato un po' più accidentato, come quello di Singapore, il limite verrebbe superato anche se le auto non risentono affatto del porpoising.

La FIA ha quindi intenzione di modificare l'AOM questo fine settimana, come riportano i media. Il calcolo sarà modificato in modo tale da non tenere conto delle asperità e dei dossi della pista e da considerare solo l'azione dell'auto stessa. In termini pratici, ciò significa aumentare il valore massimo di 7G. In questo modo, le squadre dovrebbero essere in grado di rimanere entro i nuovi limiti e quindi non incorrere in penalità.

Lettore video

Altri video