F1 News

Manifestanti di Silverstone accusati di aver messo in pericolo piloti e commissari di F1

Manifestanti di Silverstone accusati di aver messo in pericolo piloti e commissari di F1

25 gennaio - 16:51 Ultimo aggiornamento: 18:12
0 Commenti

GPblog.com

I manifestanti che sono entrati nel circuito durante il Gran Premio di Gran Bretagna 2022 sono stati accusati di aver causato una situazione di pericolo di vita. I procuratori sostengono che la loro azione ha messo in pericolo immediato i piloti di Formula 1 e i commissari di gara.

I manifestanti di Just Stop Oil sono scesi in pista durante il primo giro della gara a Silverstone, ma la protesta non ha ottenuto l'attenzione sperata. Infatti, la gara è stata interrotta poco dopo la partenza a causa dei pesanti incidenti di Guanyu Zhou e Alexander Albon, che hanno coinvolto diversi piloti.

I manifestanti di Silverstone accusati

Dopo la bandiera rossa, i piloti di F1 si sono diretti verso la corsia dei box. L'andatura lenta ha forse impedito alle auto di scontrarsi con i manifestanti, che avevano preso posto sul rettilineo di Wellington. Tuttavia, secondo i procuratori, l'azione è stata così pericolosa che i manifestanti hanno messo in pericolo la vita degli altri.

Secondo il procuratore Simon Jones, che ha aperto il caso mercoledì, non c'è dubbio che ci sia stato un "rischio di gravi danni". "È evidente che avrebbero potuto essere colpiti da veicoli in rapido movimento con ovvie e gravi conseguenze", ha dichiarato il procuratore a Sky Sport. Il procuratore ritiene che i manifestanti abbiano messo in pericolo non solo se stessi, ma anche i piloti e gli steward.

Lettore video

Altri video