F1 News

Hamilton racconta la sua infanzia difficile: Ci sono passato anche io

Hamilton racconta la sua infanzia difficile: "Ci sono passato anche io"

25 gennaio - 07:56 Ultimo aggiornamento: 10:06
0 Commenti

GPblog.com

Lewis Hamilton racconta la sua infanzia difficile al podcast di Jay Shetty. Tuttavia, il britannico ha lottato per uscirne e nel motorsport ha sentito subito di poter essere completamente se stesso.

Hamilton ha scoperto lentamente come è nato il suo potere. "Ricordo che andavo a fare karate e mi mettevo questo casco durante le corse", ricorda. "Era come se fosse il mio mantello... i miei superpoteri venivano fuori quando guidavo".

Hamilton si concentra sui progetti

Alla fine non gli ha fatto male, perché con sette titoli mondiali ha ancora il maggior numero di campionati mondiali vinti insieme a Michael Schumacher. Sebbene sia orgoglioso di questo, afferma che altre cose sono più importanti per lui.

Ad esempio, da anni l'esperto pilota si dedica a diversi progetti sociali per fare qualcosa per la società. Non solo si impegna contro la discriminazione e il razzismo, ma con la "Missione 44" cerca anche di aiutare i bambini che in gioventù hanno vissuto le stesse esperienze che ha vissuto lui in passato.

"Incontrare i ragazzi nelle scuole, avere queste conversazioni con le famiglie e i genitori che stanno chiaramente attraversando momenti difficili e vogliono creare le migliori opportunità per i loro figli. [Voglio incoraggiarli: 'Va bene, ci sono passato anch'io, guarda dove sono arrivato, quindi puoi arrivarci anche tu'. Per me è molto più gratificante che vincere una gara, molto di più".

Lettore video

Altri video