F1 News

Pirelli spiega la scelta delle mescole più dure in Giappone

Pirelli spiega la scelta delle mescole più dure in Giappone

5 ottobre - 19:31 Ultimo aggiornamento: 5 ottobre - 19:31
0 Commenti

GPblog.com

Il prossimo weekend Pirelli fornirà ai team di F1 le mescole di pneumatici più dure. Ciò è dovuto alle auto più pesanti di quest'anno e al layout della pista. Anche i prototipi di pneumatici per il 2023 saranno testati dai piloti questo fine settimana.

Il fornitore italiano di pneumatici fornirà le tre opzioni più dure delle cinque possibili per il prossimo weekend. La gomma dura di questo fine settimana è la C1, quella media è la C2 e la mescola C3 fungerà da gomma morbida. Secondo il capo della Pirelli Mario Isola, questa scelta non è stata difficile per il Gran Premio del Giappone. Questo è dovuto a una combinazione tra il layout del circuito, le elevate forze G dovute alla nuova generazione di auto e il livello di usura degli pneumatici. "A causa dell'alternanza di curve a destra e a sinistra, la pressione sugli pneumatici di entrambi i lati dell'auto è quasi la stessa", ha aggiunto nel comunicato stampa di Pirelli. Tuttavia, questo non significa che gli pneumatici siano meno sollecitati a causa di questa scelta. Inoltre, questa è anche l'ultima volta in questa stagione che vedremo in azione la mescola più dura, il pneumatico C1.

Pneumatici prototipo per il 2023

La seconda sessione di prove libere di questo fine settimana servirà per testare i pneumatici prototipo per la stagione 2023. Questo prolungherà le prove di 30 minuti, dando ai piloti 90 minuti di dati con questi pneumatici. La stessa cosa accadrà anche nel weekend di gara ad Austin. "Con l'avvicinarsi della fine di questa stagione, metteremo a punto i prototipi", ha detto Isola. In linea di massima, l'intenzione è quella di svolgere l'intera sessione di prove con gli pneumatici 2023. Tuttavia, c'è un'eccezione: se una squadra ha un debuttante che corre nelle prime prove libere, avrà a disposizione mezz'ora per il proprio programma nei 90 minuti di prove.

Lettore video

Altri video