Racepictures.com

F1 News

Todt non può dare consigli a Binotto: Ogni epoca è diversa.

Todt non può dare consigli a Binotto: "Ogni epoca è diversa".

24-09-2022 14:01 Ultimo aggiornamento: 15:30
0 Commenti

GPblog.com

Jean Todt, l'ex presidente della FIA, parla della situazione attuale della Ferrari, la squadra di cui è stato team principal in passato.

Todt, insieme a Ross Brawn e Michael Schumacher, ha costituito un team vincente che ha riportato la Rossa ai vertici dopo oltre 20 anni. Quando Todt parla della Ferrari, lo fa a ragion veduta, perché conosce a menadito le dinamiche interne alla squadra. Ne ha parlato al Festival dello Sport di Trento.

L'eccellenza è necessaria

L'ex presidente della FIA, nonché team principal della scuderia di Maranello dal 1993 al 2007, ha parlato molto della Ferrari e delle critiche che sta affrontando in questa stagione. Soprattutto quelle riguardanti le decisioni prese al muretto dei box. Todt ritiene che in questa stagione sia stata realizzata una grande macchina, il che significa che funziona. A suo avviso manca solo un punto: "Per vincere è necessaria l'eccellenza, da tutti i punti di vista. E quando l'eccellenza manca, è importante capire da dove viene l'errore. Se si commettono molti errori, vuol dire che c'è qualcosa da cambiare", ha dichiarato a Formulapassion.it.

Un team principal competente

La Ferrari aveva la macchina migliore all'inizio della stagione, ma ha perso troppe occasioni a causa di problemi diversi come la safety car, la strategia o l'affidabilità. Todt vede in Mattia Binotto un team principal capace, ma trova difficile dargli consigli. "Ogni epoca è diversa, non posso dare consigli a Binotto perché è molto facile parlare senza conoscere la situazione". Todt conclude dicendo che la Ferrari sta facendo bene, ma che la gente non si rende conto dell'alto livello di competitività che richiede un campionato mondiale.

Lettore video

Altri video