Racepictures

General

Mercato piloti nel vivo anche in IndyCar, coinvolta anche la McLaren

Mercato piloti nel vivo anche in IndyCar, coinvolta anche la McLaren

14 agosto - 19:36 Ultimo aggiornamento: 14 agosto - 19:36
0 Commenti

GPblog.com

Siamo nella pausa estiva e il mercato piloti inizia ad infiammare Formula 1. Dall'altra parte dell'oceano, anche la IndyCar ha la sua cosiddetta "silly season". Anche lì si sono verificati inaspettati e bizzarri colpi di scena, in cui anche la Formula 1 è stata coinvolta. O forse è il contrario? In questo articolo, GPblog fa il punto su tutte le situazioni in corso.

Palou

Un comunicato stampa apparentemente di routine della Chip Ganassi Racing del 12 luglio riportava l'estensione del contratto di Alex Palou per la stagione 2023. Ma mentre il team ha dichiarato di voler esercitare l'opzione prevista dal contratto, è stato Palou a comunicare su Twitter che avrebbe lasciato il team per unirsi alla McLaren Racing. Palou ha aggiunto che la citazione attribuitagli nell'annuncio non era sua. Il procedimento giudiziario è ancora in corso.

Il team McLaren, nel frattempo, non ha perso altro tempo e ha twittato per confermare l'ingaggio di Palou.

Vettel/Alonso

Nel frattempo, in Formula 1, è stato Fernando Alonso a mettere fine alla "Silly Season". Il due volte campione di Formula 1 ha annunciato dopo il Gran Premio d'Ungheria che avrebbe lasciato la Alpine per guidare una Aston Martin nel 2023, sostituendo Sebastian Vettel che aveva precedentemente annunciato il suo ritiro dopo questa stagione.

A differenza della Chip Ganassi Racing e del suo contratto con Alex Palou, la Alpine non aveva alcuna opzione contrattuale a cui ricorrere per trattenere Alonso. Questo ha portato la squadra ad annunciare il giorno dopo che avrebbe promosso il pilota di riserva Oscar Piastri per sostituire Alonso. Tra lo stupore di tutti, Piastri ha poi annunciato, come Palou, che non era così. Secondo diverse fonti, il giovane australiano ha avuto colloqui con la McLaren e ha accettato una loro offerta.

McLaren

Con l'ingresso di Piastri e (potenzialmente) di Palou in McLaren, si dovranno fare dei cambiamenti a Woking e il primo a perdere il posto sembra essere Daniel Ricciardo. La McLaren vorrebbe avviare delle trattative con Ricciardo per risolvere il contratto.

La McLaren è ancora lontana dall'essere pronta per questo. Colton Herta ha effettuato un test in Portogallo a luglio e forse seguirà un'altra sessione di prove libere. È improbabile che la scuderia britannica faccia un'offerta allo statunitense che lo faccia lasciare la IndyCar prima del 2024, ma a questo punto tutto può succedere.

Herta, Rosenqvist, O'Ward

La McLaren ha ancora alcuni posti da occupare in IndyCar. Mantenere Colton Herta nella al volante ha senso. Lo stesso vale per Pato O'Ward, che è riuscito a completare un test per giovani piloti lo scorso dicembre e potrebbe aspettare le sue chance per passare alla F1 dopo un altro anno in IndyCar.

Un pilota che ha molto da perdere, senza alcuna colpa, è Felix Rosenqvist, un altro pilota della scuderia McLaren. Due mesi fa il team aveva annunciato che Rosenqvist sarebbe rimasto in IndyCar o sarebbe passato al nuovo team di Formula E. Ora la situazione di Alex Palou lo lascia nel limbo. Lo stesso Rosenqvist vorrebbe rimanere in IndyCar, dove ha disputato ottime stagioni negli ultimi anni.

Conclusione: Così come Palou potrebbe essere legato alla Chip Ganassi Racing tramite un'opzione nel contratto, la McLaren ha sotto contratto Rosenqvist per il 2023. Se McLaren vincesse la causa contro Palou in tribunale, Rosenqvist potrebbe essere licenziato dopo che tutti i posti di valore in IndyCar saranno occupati.

Tutti i singoli casi saranno indubbiamente seguiti....

Lettore video

Altri video